Le ragazze della De Mitri - Energia 4.0 vogliono continuare a vincere

B2F – De Mitri – Energia 4.0 pronta al derby contro Pagliare

La De Mitri – Energia 4.0, reduce dalla vittoria esterna di Teramo, è attesa sabato alle 17 alla palestra Borgo Rosselli di Porto San Giorgio dal sentitissimo derby casalingo contro la Centro Diesel Pagliare, valevole per la quarta giornata del campionato di serie B2. Una partita che per molti aspetti non può essere considerata come tutte le altre, visto che diversi tra allenatori e dirigenti di casa (a partire da Daniele Capriotti, allenatore e direttore tecnico rossoblù) hanno fatto parte a vario titolo della compagine pagliarana. Le due formazioni arrivano da altrettante vittorie esterne conquistate nello scorso turno, con le biancoverdi di coach Conti che hanno espugnato in maniera perentoria Fermo, mentre Tiberi e compagne sono passate al tie-break in rimonta sul campo di Teramo. Sarà, quello di sabato, un incontro da vivere tutto d’un fiato con la squadra di casa che dovrà essere brava a prendere con le molle il lanciato avversario, che ha nell’entusiasmo della gioventù la sua forza principale, poiché la società picena da sempre persegue con lodevole impegno la politica di far crescere il proprio settore giovanile, ottenendo  ottimi risultati. Cosa peraltro comune anche alla società rossoblù, che da sempre fonda il proprio progetto sulla crescita del vivaio. Basti pensare che nel corso delle tre partite di campionato disputate fino a questo momento, sono già scese in campo ben sedici delle diciannove ragazze facenti parte del gruppone della serie B2 e quasi tutte hanno già realizzato punti, tolte ovviamente le tre atlete che ricoprono il ruolo di libero. A dirigere l’incontro sono stati chiamati due arbitri abruzzesi, Davide Gualtieri dell’Aquila e Roberta Tramba di Chieti. La gara sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook Volley Angels Project e in differita su FM Tv, canale 211, martedì 16 febbraio alle ore 14.

Fonte: Ufficio Stampa Volley Angels Project

Foto: Alessandro Sgattoni