Grande prestazione per Bacchi e compagne contro la Sigel

Una Megabox da sogno rimonta Marsala e vola in semifinale di Coppa Italia

Pubblicato da

Al termine di un incontro combattutissimo di oltre due ore, la Megabox ha superato una indomabile Sigel Marsala rimontando dallo 0-2 e strappando con le unghie la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia, in programma al PalaDionigi mercoledì prossimo, 10 marzo, contro la Cbf Balducci Macerata, capace di spuntarla, sempre al tie-break, contro l’Acqua&Sapone Roma.

Bonafede ha riproposto il sestetto di domenica scorsa con Colzi opposto. Nel primo set la Megabox strappa subito 5-2 con Pamio, ma Marsala riaggancia a quota 8 su un errore di Bacchi. Marsala difende tanto e rintuzza i tentativi di fuga delle tigri, più volte a +2 ma mai capaci di scappare via. Il sorpasso arriva con due punti in fila di Gillis (17-15), e Bonafede è costretto al time-out. Entrano Dapic e Stafoggia per Kramer e Colzi. Stafoggia firma l’ace del pareggio,ma Demichelis ricambia con un servizio vincente su Bresciani e Marsala torna a +2 (20-18). Nuovo time-out per le tigri, Marsala allunga a +3 prima che Pamio fermi la sua corsa con una pipe. Rientrano Colzi e Kramer, due muri su Pamio e sulla stessa centrale americana consentono alle ospiti di aggiudicarsi il set 25-20.

Parte meglio Marsala anche nel secondo set: un muro su Bacchi vale il +2 (6-4),un’invasione di Balboni il 9-6 e una ricezione lunga di Bacchi messa a terra da Parini costringe Bonafede al primo time-out del set, con le ospiti a +4 (12-8). Un errore di Colzi fa scappare Marsala a +5 (18-13), entra al suo posto Costagli. Un muro di Parini sigla il 20-14, entra Stafoggia per Pamio.Un ace su Bacchi dà il +7, ormai la Sigel domina e allunga ulteriormente, chiudendo il secondo parziale sul 25-15.

Le ragazze della Megabox a muro sulla Gillis

Parte forte la Megabox nel terzo set, subito 3-0 sul servizio di Balboni. Mazzon pareggia subito e poi Marsala sorpassa (3-4). Pamio spara fuori la palla del 5-5 ma poi sigla il sorpasso sull’8-7. È su un suo turno di battuta che la Megabox prova finalmente ad allungare (12-9), Mazzon sbaglia la palla che vale il +4 per le tigri e il primo time-out per l’allenatore ospite Amadio (16-12). Marsala si riavvicina, Pamio chiude due scambi interminabili e riporta le tigri a +4 (19-15). Altro scambio infinito chiuso da Costagli (20-15), un errore di Kramer riporta Marsala a -3, ma l’americana si rifà subito dopo (22-18). Un errore di Demichelis fa allungare le tigri (23-18), Bacchi strappa 5 set-point (24-19). Chiude Pamio (25-21).

Alice Pamio best scorer della partita

Inizio del quarto set testa a testa, poi arriva il primo break ospite (7-4) su doppia di Balboni e palla out di Bacchi. Il muro di Bertaiola impatta a quota 8, un altro di Costagli dà il vantaggio alle tigri. Mazzon al termine di un altro scambio estenuante riporta a +2 le ospiti (12-10), l’ace di Bertaiola impatta a 12. Il muro di Demichelis su Bacchi rilancia a +2 le ospiti (16-14), ma è ancora Bertaiola a muro a pareggiare a 16. Ormai è una roulette russa: Bonafede rimette Dapic per Costagli ed è la croata a pareggiare subito a 18 e a murare per il nuovo sorpasso. Pamio sigla il 20-18, Amadio chiama tempo mentre il PalaDionigi è una bolgia nonostante si giochi a porte chiuse. Esce Dapic, preziosissima, e rientra Kramer. Costagli firma un muro cruciale per il 22-19, ma Marsala si riavvicina con Mazzon (21-22). Kramer piazza il pallonetto del 23-21, Marsala resta attaccata e pareggia a 23 ancora con Mazzon. Un’invasione di Mazzon dà il set-point alle tigri, (Pamio aveva tirato fuori il contrattacco), poi è la stessa Pamio che firma l’ace che rimanda il verdetto al tie-break (25-23).

Nel tie-break Bacchi firma subito il 2-0, il muro di Bertaiola sigla il 4-1. Un errore in costruzione di Pistolesi allunga il break (5-1), e Amadio chiama tempo. Entra Soleti per Gillis, poi Mazzon e un ace di Parini riportano sotto la Sigel (5-6). Il muro di Kramer riallunga 8-5, ed è ancora l’americana a chiudere un altro scambio pazzesco (9-5). Kramer sbaglia un attacco al centro, Soleti riporta a -1 Marsala (9-10) e tocca a Bonafede fermare il gioco. E’ nuovamente Kramer a riportare a +2 le tigri, mentre torna in campo Dapic in prima linea: Bacchi chiude di astuzia la palla del 12-10. Mazzon replica, Dapic mette il 13-11. Mazzon risponde, ma è ancora Dapic a strappare il 14-12. E’ sempre Mazzon a tenere in corsa la Sigel, poi Pamio viene murata per il 14-14. Ma è sempre Pamio a strappare il 15-14 al termine di un altro scambio indescrivibile, chiude sempre lei 16-14.

Nel dopopartita, questo il commento dell’allenatore della Megabox Fabio Bonafede: “Mi aspettavo una serata difficile, avevamo speso tanto fisicamente e mentalmente contro Mondovì e nei primi due set abbiamo approcciato la partita in maniera non abbastanza aggressiva. Complimenti a Marsala, non ci aspettavamo che ci mettessero così in difficoltà, ma bravissime anche le mie giocatrici nel riuscire a recuperare pian piano la partita iniziando a contrastare la bellissima pallavolo mostrata dalle nostre avversarie. Questa deve essere una grande lezione per noi: non possiamo permetterci di affrontare nessuna avversaria dell’altro girone senza il giusto atteggiamento iniziale. Poi ribadisco che la reazione che abbiamo mostrato è stata esemplare“.

MEGABOX VALLEFOGLIA-SIGEL MARSALA 3-2
MEGABOX: Balboni 3, Bacchi 13, Bertaiola 11, Colzi 3, Pamio 26, Kramer 12, Bresciani (L), Stafoggia 1, Dapic 4, Costagli 6, Durante. N.e Ricci.  All. Bonafede.
SIGEL: Caruso 5, Demichelis 2, Gillis 20, Parini 11, Mazzon 22, Pistolesi 10; Mistretta  (L), Vaccaro, Soleti 2.  N.e. Caserta, Nonnati, Colombano. All. Amadio.
ARBITRI: Oranelli e Proietti.
PARZIALI: 20-25 (26′), 15-25 (21′), 25-21 (29′), 25-23 (29′), 16-14 (22′).

Fonte: Giacomo Mariotti – Ufficio Stampa e Comunicazione

Megabox Volley Vallefoglia

Foto: Corrado Belli