Le ragazze del Team 80 Gabicce-Gradara

Serie C – Le cronache e risultati delle partite

Pubblicato da

Serie C Regionale Maschile – Play Off – Semifinale

Sabini Asal  3 – 0 Bertuccioli G. Bottega Volley
26/24; 30/28; 25/16

CASTELFERRETTI- Spettacolo al palaLiuti, degno di una semifinale promozione: è stata una battaglia vera alla Piana dei Ronchi perchè ci si è giocati quasi una stagione. La Sabini ASAL è ancora imbattuta mentre Bottega vuole proseguire la rincorsa promozione iniziata superando con autorità il turno preliminare ai danni della vicecapolista del girone “Sud”, la Travaglini Ascoli. Le due squadre si ritrovano dopo quasi un mese ma il dominio locale (3-0) è un lontano ricordo. I canguri fogliensi sono carichissimi agonisticamente proprio perché reduci dal colpaccio in terra picena e hanno sete di vendetta. Dunque la Sabini prima parte in sordina e la partita resta in equilibrio (8-6) poi accetta la battaglia ed allunga decisamente (22-17) con un Marchetti super in difesa (oggi schierato anche in fase cambio-palla vista l’assenza di Pettinari); sembra fatta ma i locali dopo un paio di scambi lunghi con tante difese dei biancoverdi si innervosiscono: dentro anche Rinaldi e Bolletta per fermare l’avanzata ospite ma Bottega arriva al set point (23-24). Spalle al muro viene fuori il collettivo biancazzurro che con un cambio-palla, un contrattacco ed un aces (di Oprandi) la spunta ai vantaggi. Anche nel secondo parziale il tema della gara resta l’equilibrio con le squadre che procedono a braccetto (8-7) poi da metà set Mariotti è incontenibile in contrattacco (18-11): Bottega non molla e con 3 azioni consecutive da urlo in difesa/contrattacco torna prepotentemente in partita e nel finale Romani, pur non al meglio della condizione fisica, è il faro di ogni offensiva fogliense. Sono proprio gli ospiti ad arrivare al primo set point (23-24) ma i locali non si scoraggiano e Giaccaglia, dopo un’azione infinita, con un tap in agguanta la parità: gli scambi seguenti sono lunghi e appassionanti con Bottega che annulla tre set point ai castelfrettesi, i quali con potenza offensiva chiudono questa lotteria interminabile a quota 30 con un ace di Beni. Avanti 2-0 la Sabini vuole subito avvantaggiarsi (7-3) ma la Bertuccioli resta in scia fino a metà set quando Mariotti e Mancinelli sono imprendibili per muro e difesa ospiti (16-11); completano l’opera Giaccaglia sempre più autoritario sottorete e l’ingresso della diagonale Pieroni-Corinaldesi con quest’ultimo a regalare il 25-16 che chiude la contesa sul 3-0. La Piana dei Ronchi conferma la sua inespugnabilità agli invasori, benché oggi si siano dimostrati assai battaglieri. Il collettivo dei bravissimi coach Giangiacomi-Ferrini ha fatto la differenza e tra una settimana a Morciola, la Sabini ha il (B)match point di questa semifinale: si preannuncia una partita sarà ancora più bollente nella piccola tana del mai domo Bottega. Migliori tra i locali Marchetti, Giaccaglia, Mariotti, Oprandi e Mancinelli, tra gli ospiti Romani e Andruccioli: pur sostituiti nella seconda metà del terzo set hanno sorretto i compagni con gestione tattica e punti pesanti ma soprattutto dal punto di vista agonistico.

U.S. Volley ’79 3–0 Happy Car Samb Volley
25/14; 25/19; 25/21

Non c’è stata storia sabato sera a Civitanova, nel primo atto delle semifinali promozione per la serie B. I padroni di casa guidati da Nicola Bacaloni, hanno battuto per 3-0 la Riviera Samb Volley, giocando una delle prestazioni più convincenti dell’intera stagione e in linea con lo status di favoriti che i civitanovesi avevano fin dal principio del campionato di C regionale.
Una partita in cui i rossoblu hanno avuto forse un po’ di timore nei confronti dell’avversario, giocando a sprazzi nei primi due set. Nel terzo set però, i rossoblu hanno mostrato una qualità tale da impensierire Civitanova, che non si è comunque fatta sorprendere, aggiudicandosi parziale e partita con il punteggio di 25-21.
Su questo aspetto si è soffermato coach Netti, che nonostante il passivo severo, conta in una Riviera Samb Volley motivata più che mai sabato 12 giugno al PalaCurzi, con l’obiettivo di consegnare bei momenti di pallavolo contro una formazione blasonata quanto fortemente competitiva per l’accesso in serie B e facente parte di quello che è a tutt’oggi il principale polo pallavolistico di tutto il Medio Adriatico, non solo dell’intera Regione Marche.
Una gara 1 comunque dignitosa per i rossoblu, che a prescindere dall’esito conferma l’encomiabile opera dei ragazzi di Netti, protagonisti di un ottimo campionato.

Serie C Regionale Femminile – Girone C

Team 80 Gabicce Gradara 3-2 Urbania Volley
25/15; 25/15; 26/28; 24/26; 15/11

Due partite in una, due squadre che lottano punto su punto in una sauna da 27 gradi per 2h 23 minuti. Applausi per tutte le protagoniste, nessuna esclusa, scese in campo. La stagione turistica incombe, il ritmo degli allenamenti non è più quello solito e la stanchezza comincia a serpeggiare. Coach Giulianelli ha qualche problema di formazione e lancia titolare la quattordicenne Melissa Leonardi, per il resto va in campo la formazione più collaudata. Capitan Franchi si carica sulle spalle le sue giovani compagne, Marinelli cerca di organizzare il gioco, Biagini la difesa e i primi due set sono a senso unico. Il Team 80 senza colpo ferire si impone con un doppio 25/15. Dall’altra parte coach Nortey inserisce Sara Carigi al palleggio in luogo di Andruccioli, nasce una partita diversa, lottata, combattuta punto a punto, dove tra le durantine Vìolini, Saltarelli e Storti fanno la voce grossa, le padrone di casa rispondono con Alice Franchi in versione Paola Egonu ed Elisa Cecco. Si arriva ai vantaggi, alternarsi di setpoint per Urbania e matchpoint per il Team 80, sono le ospiti ad imporsi e riaprire il match 28/26. Si riparte, man mano Giulianelli inserisce anche Bricuccoli, Magalotti e Giulia Tesei, classe 2004, per lei esordio assoluto in Serie C. Le padrone di casa prendono il largo, fino al 12/4, sembra fatta, ma così non è, Urbania ha 7 vite, rosicchia punto su punto, il Team 80 non sfrutta altri due matchpoint e le ospiti si impongono 26/24. Ora è il tiebreak a sembrare segnato, almeno psicologicamente, tra l’altro Urbania parte anche meglio, va in vantaggio 6/3, si gira 8/6, qui Alice Franchi decide di vestire i panni della “One Woman Show”, alla fine sul referto segna 34, le padrone di casa rimontano e si impongono 15/11. Sorrisoni, gioia, emozione, il saluto ad Elisa Cecco che per motivi di lavoro oggi rientra nel suo Friuli, ma lascia qui un pezzo di cuore e forse anche più, infine stanchezza e pizza e gelato per tutti offerto dal Presidente Daniele Montanari.

Camilletti Luxury Packaging 3–0 Pallavolo Collemarino
25/17, 25/22, 25/20

Inizia la seconda fase (sezione estiva) del campionato di serie C.Ennesima partita contro Collemarino, già incontrato nella prima fase conclusa con una vittoria per parte.Inizio del set subito equilibrato, alla prima rotazione timeout per la squadra ospite sul 15 a 9 dopo un break dato dal buon servizio delle locali.Secondo timeout sul 19 a 11 e punto su punto fino alla fine con la Camilletti L.P. che chiude 25 a 17.Secondo set come il primo, equilibrio fino al 6 pari poi due errori in attacco delle Esine concedono il break al Collemarino 8 a 10. Le ragazze di casa non riescono a difendere bene le palle scontate, recupero difficoltoso ed un paio di servizi sbagliati portano il punteggio sul 15 a 18. Infine tentativo di recupero riuscito della Camilletti che non sbaglia più niente fino alla fine del set 25-22.Inizio del terzo set a favore delle ospite che con 3 punti al servizio si porta subito sul 5 a 8. L’Esino tenta il recupero e pur sbagliando tanto, soprattutto al servizio si porta sul 14 pari. Da qui in avanti le Esinogirls cominciano a giocare con una marcia in più tenendo sempre a distanza le ospiti che aspettavano un passo falso che in realtà non c’è stato.Finisce il set 25 a 20 e la Camilletti si aggiudica meritatamente la partita. Complimenti alle nostre ragazze che nei momenti di difficoltà sono riuscite sempre a riprendersi e ad allungare fino alla vittoria.

Serie C Regionale Femminile – Girone D

Line Office Bottega Volley – Gt. S. Junors Ancona – Sw Project Srl – rinviata

Serie C Regionale Femminile – Girone E

Satel 1–3 Edilmonaldi
16/25; 25/19; 19/25; 17/25

Farmacia Casciotti Volley Torresi 3–1 Pallavolo Grotta 50
25/16; 25/27; 25/19; 25/12

Con la vittoria casalinga sulla Pallavolo Grotta 50, la Farmacia Casciotti consolida il proprio primato nel girone E seppur in coabitazione con la Edilmonaldi Amandola. Ora, dopo il turno di riposo, saranno proprio le ultime due sfide (in trasferta con la Satel Grottammare e tra le mura amiche proprio contro l’Edilmonaldi) a definire la posizione delle rivierasche in ottica play-off.Le Torresine erano consapevoli di avere di fronte un avversario tradizionalmente ostico e, seguendo le indicazioni di coach Concetti, hanno tentato sin da subito di imporre il proprio gioco. Ma non è stato semplice. Il primo parziale, vinto agevolmente dalla Farmacia Casciotti, fino a metà del suo percorso ha viaggiato sul filo della sostanziale parità mentre il secondo set è stato vinto ai vantaggi dal team di coach Bonini dopo che le locali si erano profuse in un’appassionante rimonta che le aveva portate dal 17 – 22 al 24 – 24. Nelle ultime due frazioni di gioco, sorrette da un attacco costantemente efficace e  da un servizio altrettanto pungente insieme ad un muro sempre più invalicabile, coach Concetti ha potuto attingere anche dalla sua panchina di qualità con risultati estremamente soddisfacenti.

Fonte: Marta Bazzanti – Ufficio Stampa Fipav – Comitato Regionale Marche

Foto: Facebook Team 80 Gabicce Volley