La squadra della Rhutten Futura Tolentino

Coppa Italia Serie D – Le notizie dai campi di gioco

Posted by

Coppa Italia Serie D Nazionale Maschile – Girone A- Giornata 6

Nova Volley Loreto 2014 0-3  Virtus Volley Fano
15/25;20/25;15/25

Si chiude con una vittoria secca e i tre punti importanti portati a casa la trasferta a Loreto. Nonostante i molti errori in battuta nei tre set, i Virtussini rispondono bene nella fase difensiva e in quella offensiva costruendo buone azioni di gioco.
Buona la prestazione dell’opposto Tito titolare da inizio gara e dei due posti quattro Girolometti e Sorcinelli entrati dall’inizio del terzo set.
Anche grazie alla sconfitta della Paoloni Appignano per mano della Sabini, ci riappropriamo del secondo posto in classifica. Mister Angeletti, soddisfatto a metà per la prestazione, fa il punto della situazione e ci spiega che prima di cantare di vittoria sarà fondamentale portare a casa almeno un punto nell’ultima gara di questa prima fase anche se è certo che Captain Baldelli e compagni punteranno alla vittoria senza fare sconti. Ultima gara che,  per permettere ai diversi U19 militanti proprio nella formazione di serie D di giocare in serenità e piena forma fisica le finali regionali U19,che si svolgeranno a Fano nelle giornate di sabato 19 e domenica 20/06, è stata spostata da venerdì 18/06  a martedì 22/06.
Per i Virtussini sarà una settimana di lavoro intenso in preparazione a tre gare importantissime che profumano di nazionali!

Associati Fisiomed 1–3 La Nef Osimo
25/22; 14/25; 22/25; 22/25

Sabini Asal D 3–0 Paoloni Appignano
25/18;25/23;25/21

CASTELFERRETTI – Vince un altro scontro al vertice la Sabini ASAL che ha la meglio in tre set di una valida Paoloni nelle cui fila ci sono gli ex Capriotti e Accorroni. La Sabini parte convinta e spinge fin dal servizio e con un buon cambio-palla riesce a dilagare dopo tante fasi break ottenuti e attacchi rapidi delle bande. Più combattuti secondo e terzo set quando la Paoloni tenta di riaprire la gara approfittando dei cali avversari che saranno comunque di poco conto tanto che il match termina saldamente in favore di Gigli e compagni: Castelferretti chiude la fase a gironi da imbattuta in casa dato che ora si andrà mercoledì p.v. ad Osimo (per il recupero della 5^giornata) e sabato prossima a Senigallia. Obbiettivo: continuare la marcia da capolista a punteggio pieno!

Coppa Italia Serie D Nazionale Maschile – Girone B

Caldarola Volley 3–0  Xentek Pallavolo Ascoli

La gara non si è disputata per rinuncia della società Xentek Pallavolo Ascoli

San Severino Volley 2-3 Volley Macerata
23/25; 25/9; 25/18;23/25;13/15

Il Volley Macerata, lotta, soffre, rimonta lo svantaggio di 2-1 ed alla fine trionfa in un epico tiebreak; i ragazzi guidati da Matteo Cacchiarelli e Giammarco Storani, nel big match che metteva in palio il primo posto nel Girone B, conquistano il parziale d’apertura prima di sparire letteralmente dal match nella fase centrale per poi ricominciare a giocare a pallavolo affrontando a viso aperto una solida e forte San Severino Volley riuscendo a ribaltare la situazione andando a vincere un emozionante quinto set.Passiamo alla cronaca dell’incontro: coach Matteo Cacchiarelli schiera in avvio la formazione tipo con Francesco Corradini in cabina di regia opposto ad Andrea Sigona, Michele Meschini e Francesco Gigli schiacciatori ricevitori, Pam Singh e Lorenzo Bravi centrali, Tommy Palombarini libero; dall’altra parte coach Roberto Vagni risponde con Lorenzo Muscolini al palleggio in diagonale a Gabriele Marinozzi, Gaetano Rizzuto e l’ex Lorenzo Plesca in banda, Ludovico Ferrara e Diego Boldrini al centro, Daniele Giorgi nel ruolo di libero.Dopo un iniziale equilibrio è Macerata a prendere le redini del gioco con la “doppietta” di Sigona che vale il 6-10 mentre Corradini mura Plesca (9-13) costringendo coach Vagni a chiamare un timeout; alla ripresa delle ostilità i settempedani reagiscono ed impattano a quota 13 grazie a Marinozzi e poi il muro di Boldrini permette ai gialloblu di guadagnare tre punti di vantaggio (19-16). Macerata non molla e, sospinta dal muro di Bravi e dall’attacco di Gigli, pareggia sul 20-20 poi, nel rush finale, trova il guizzo vincente per andare a vincere la prima frazione 23-25 chiusa dal primo tempo di Bravi.Al cambio di campo i biancorossi lasciano letteralmente la testa in panchina e ne esce fuori un set da incubo per i maceratesi: ne approfitta la formazione di casa che allunga immediatamente sull’8-1 grazie ai punti di Rizzuto e Plesca ma anche a tre errori consecutivi degli ospiti; Bravi prova ad incoraggiare i suoi (8-2) ma è un fuoco di paglia dato che San Severino non sbaglia nulla e scappa sul 16-4 per merito dei punti sempre di Rizzuto e Plesca. L’ace di Bussolotto fa recuperare qualche punticino (18-7) ma i gialloblu spingono sull’acceleratore chiudendo il secondo parziale con il punteggio di 25-9 riaprendo così il match.Il terzo periodo si svolge sulla falsariga di quello precedente anche se il Volley Maceratariesce a fare qualche punto in più; dopo un iniziale equilibrio (5-5) ecco San Severino spingere sull’acceleratore con Ferrara che firma il 9-6 mentre due punti consecutivi di Marinozzi valgono il 14-10. Al rientro in campo, dopo il timeout chiamato da coach Cacchiarelli, due block consecutivi di Bravi riportano Macerata a -2 (14-12) ma altrettanti punti di Ferrara spediscono gli ospiti a distanza (16-12); l’ace di Muscolini e l’attacco di Rizzuto consentono ai gialloblu di scappare sul 22-15 con l’attacco in rete dei maceratesi che pone fine alla terza frazione con il punteggio di 25-18.Coach Cacchiarelli sprona i suoi per farli rientrare mentalmente in partita ed in campo torna una formazione più reattiva, decisa a non mollare e concentratissima verso l’obiettivo: ecco quindi nascere una lotta punto a punto con San Severino che guadagna due punti di vantaggio grazie a Rizzuto (7-5) con Macerata che impatta a quota 8 dopo un bel muro di Corradini. Un altro block, stavolta portato da Bussolotto consente a Macerata di mettere il muso avanti (10-11) con i biancorossi che riescono a mantenere il punticino di vantaggio per tutto il set. Nel finale Corradini si affida molto a Sigona che sigla sia il 20-21 che il 21-22 poi lo stesso regista ospite mura Rizzuto per il 23-24 con Sigona che sfrutta il primo contrattacco utile per chiudere il quarto parziale 23-25 rimandando il verdetto del match ai tiebreak.Il primo vantaggio dell’ultima frazione è di Macerata che guadagna due punti di margine grazie al tap-in vincente di Bravi sul servizio di Bussolotto (2-4); un errore degli ospiti fa pareggiare i gialloblu ma i biancorossi tengono il cambio palla di vantaggio fino all’inversione di campo (7-8); i maceratesi ci credono e Michele Meschini trova l’ace che vale il +2 (9-11) mentre Rizzutto spara in rete l’attacco del 9-12. San Severino non molla e, sospinta da Plesca e Marinozzi, riagguanta la parità a quota 13 ma, nel rush finale, due attacchi consecutivi di Gigli chiudono il set 13-15 facendo esplodere la festa biancorossa.Gioia meritata per il Volley Macerata che con questa vittoria agguanta la vetta della classifica del Girone B prima dell’ultima giornata che disputerà al Palasport di Contrada Fontescodella contro la Don Celso Vega Fermo; un altro trionfo da tre punti blinderebbe il primo posto con la possibilità di disputare in casa (con gara secca) la Semifinale della Coppa Nazionale di Serie D.

Don Celso Vega 3–2 M & G Videx Grottazzolina
25/27;26/24;23/25;25/14;15/8

Coppa Italia Serie D Nazionale Femminile-Girone B / Recupero Giornata 1

Rhutten Futura Tolentino 1-3 Nova Volley Loreto 2014
25/19; 16/25; 15/25; 19/25

Nulla da fare per la squadra di Tolentino che dopo un ottimo avvio di gara, durante il quale ha sbagliato poco ed ha giocato con più determinazione e precisione, ha dovuto lasciare spazio alla Nova Volley Loreto che ha ripreso in mano la partita e non ha regalato più nulla. Una prestazione che ha comunque accontentato la Futura Pallavolo Tolentino che ha fatto l’esperimento di far giocare la Coppa Italia serie D dalla squadra Prima Divisione. Le ragazze hanno dimostrato in campo, specialmente nella partite finali, il massimo impegno, nonostante le molteplici difficoltà; su tutte la breve preparazione in palestra (gli allenamenti sono ripresi solo ad inizio Aprile) e gli infortuni di alcune ragazze.

Fonte e foto: Marta Bazzanti – Ufficio Stampa Fipav Comitato Regionale Marche