CM – La Volley 79 festeggia la serie B

Pubblicato da

Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato tra le due neopromosse in B dal massimo campionato regionale.
La Sabini è di nuovo al completo per questo match contro una vera e propria corazzata, la Volley ’79, avente per curriculum dei propri giocatori un organico già pronto e collaudato per la serie superiore.
Questa maggiore caratura si vede dai primi scambi (2-6) ma la Sabini non molla e quando mostra pazienza nelle azioni lunghe trova il contrattacco vincente (11-12); Civitanova capisce che non può rallentare contro un avversario giovane ed esuberante e coinvolgendo tutti i suoi attaccanti arriva al massimo vantaggio sul 13-18: il Castello ha un nuovo sussulto e con due proficui turni al servizio (Giaccaglia – Beni) torna a -1 prima sul 20-21 e poi sul 22-23: i biancazzurri avrebbero anche il pallone della possibile parità ma il muro rivierasco, più proficuo già in precedenza, risolve la contesa del primo parziale. L’esito avverso del parziale condiziona la partenza della Sabini, a corto di idee e di efficacia in ogni fondamentale: la Volley ’79 non si lascia sfuggire le indecisioni avversarie e vola avanti fin da subito (2-8) e grazie al servizio, continua a mietere break su break (8-17); la squadra dei coach Giangiacomi-Ferrini tiene con il cambio-palla fino al termine ma se non servirà per ribaltare il punteggio sicuramente psicologicamente sarà utile a non uscire di scena dalla partita. Ed infatti il terzo set è più combattuto ma come nel primo, la Volley ’79 mantiene un piccolo break di vantaggio (6-8): i biancazzurri non si scoraggiano e ruggiscono con un Galdenzi sempre più chiamato in causa e determinante a muro ed in attacco oltre alla premiata ditta della seconda linea Pettinari-Marchetti (con quest’ultimo super in difesa) che garantisce tanti palloni giocabili ai propri compagni; ecco che la Sabini si scuote ed Oprandi con diligenza varia molto il gioco perché i fondamentali di seconda linea sono più continui (15-13). Civitanova non ci sta e resta comunque in partita (17-18): Rinaldi come nelle ultime partite è l’ottavo uomo in campo e dà solidità e tranquillità alla seconda linea verso un finale dove gli animi si scaldano ed è la Sabini a giovarne agonisticamente certificando l’ascesa qualitativa del proprio gioco con servizio più ficcante ed un Mariotti incontenibile in contrattacco. Il Castello, rinfrancato dal set vinto, parte con più convinzione  nel parziale numero quattro ed inanella vantaggi importanti fin da subito, con il fondamentale del muro che rispetto ai set precedenti legge meglio gli attacchi avversari anche per merito delle direttive dei coach Giangiacomi-Ferrini di variare molto il servizio: 10-7, 15-11 tuttavia l’unico rammarico sono alcuni errori che tengono in partita un avversario di spessore quale si dimostra Civitanova che non perderà la propria identità. Infatti, quando sul 22-17 il tiebreak sembra inevitabile (e per il gioco espresso da entrambe le squadre l’esito più giusto), i cambi danno ragione ai rossoblù di coach Bacaloni che prima impattano sul 23-23 e poi dopo aver annullato un set point ai biancazzurri chiudono la contesa al secondo match-point con un tocco offensivo “sporco”. La Volley ’79 Civitanova si laurea campione del massimo campionato regionale con merito su una squadra più giovane come la Sabini che ha ceduto con gli onori del caso. Stagione che resta eccellente quella di Pieroni e compagni che hanno potuto congedarsi davanti ad una buona cornice del proprio pubblico accorso numeroso per la capienza possibile e come sempre vicino ai propri beniamini. Appassionati castelfrettesi che ringraziano l’armata biancazzurra 2020-2021 ed attendono con grande trepidazione che passata questa rovente estate, si entri al palazzetto per celebrare il ritorno in Serie B Nazionale: sembra passata un’eternità da quell’ultimo weekend di aprile del 2011 quando al PalaLiuti la Sabini si congedò davanti al proprio pubblico con un 3-0 alla Campagnola Volley (RE), risultato che addolcì la retrocessione dalla Serie B2 (dopo 40 anni ininterrotti di campionati nazionali tra C, B, B2, B1 e A2) ai campionati regionali, giocati fino a quest’anno. I valorosi guerrieri dei coach Giangiacomi – Ferrini hanno permesso agli abitanti del paesello di prendere dal proprio aeroporto un volo dopo tanti, troppi anni. Dopo un decennio, l’aeroporto di Castelferretti ripristina il volo per la Serie B e la Piana dei Ronchi è pronta a vestirsi con i suoi vessilli feudali e trascinare verso nuove gloriose imprese la prima squadra della Sabini.

SABINI ASAL CASTELFERRETTI – VOLLEY ’79 CIVITANOVA 1-3

PARZIALI: 22-25/16-25/25-21/25-27.

fonte: ufficio stampa Fipav Marche