Il riconfermato palleggiatore biancorosso Claudio Stella

BM – Claudio Stella si tiene stretto le chiavi della regia della Paoloni Macerata

Posted by

Le chiavi della regia della Paoloni Macerata non potevano che rimanere ben salde tra le mani di Claudio Stella. Estro, imprevedibilità ed un pizzico di follia son le parole che descrivono al meglio le qualità del palleggiatore biancorosso. Le sue mani hanno alimentato sapientemente tutte le bocche da fuoco maceratesi cogliendo traguardi impensabili da raggiungere nel settembre scorso.

Sono veramente felice di essermi meritato la riconferma in questa Paoloni Macerata – esordisce Claudiosembra una frase fatta ma la realtà dei fatti dice che mi son trovato davvero bene in primis con la società che ci ha sempre coccolato e supportato mettendoci sempre a nostro agio; poi che dire del gruppo: dopo la prima settimana di allenamenti già ci frequentavamo anche fuori dalla palestra creando legami importanti ed i risultati si son visti in campo dato che abbiamo avuto moltissime gioie, più di quelle che avevamo preventivato. Vincere aiuta a vincere ed io personalmente non me lo sarei mai aspettato inizialmente di raccogliere ben 10 trionfi su 10 in regular season, 12 vittorie consecutive e solamente due sconfitte nei 16 incontri disputati: numeri davvero importanti che sottolineano quanto di buono abbiamo fatto. Ora sicuramente non ci dobbiamo montare la testa dopo una stagione così e dovremo tornare in palestra con umiltà lavorando sodo a testa bassa per provare nuovamente a confermarci; abbiamo la fortuna di avere una società che non ci mette pressioni pertanto possiamo giocare a mente libera dando sfogo a tutta la nostra creatività, spensieratezza e non si può chiedere davvero di meglio. Son fiducioso per il prossimo anno: sarà sicuramente diverso dato che forse torneremo ad un girone completo di 12 squadre dovendo quindi affrontare un campionato più lungo; per ora è difficile pensare a dove potrà arrivare questa Paoloni dato che abbiamo perso qualche protagonista che però è stato rimpiazzato da atleti altrettanto validi quindi sicuramente saremo competitivi. Vedremo cosa dirà il campo: vorrei continuare a divertirmi e, soprattutto, far divertire chi ci guarderà perché l’obiettivo sia personale che di squadra penso sarà questo, oltre naturalmente quello di agguantare quanto prima una tranquilla salvezza; insieme ci spassiamo davvero tanto e vogliamo trasmettere la nostra felicità a tutti quelli che potranno venirci a sostenere. Quest’anno finalmente cambierò il numero di maglia avendo conquistato il mio amato 13: ogni lottatore è più efficace con il suo tesoro segreto. Federico Uguccioni ha provato a tenerselo per un anno ma è dovuto soccombere alle mie abilità a calcetto: ce lo siamo giocato così”, scherza Claudio. “E’ destino perché se te dovessi scrivere il nome Claudio Stella vicino ci devi mettere per forza il numero 13continua sorridente il regista biancorosso – dato che è da quando avevo nove anni che quel 13 fa parte della mia maglietta; me lo sono giocato con grande umiltà ma anche grande consapevolezza contro Gaccio (alias Federico Uguccioni) ed ora finalmente potrà tornare sulle mie spalle. A parte gli scherzi tengo tanto al 13 in quanto è stato prima di tutti il numero di mio padre Gianni, poi l’ho preso io ed infine ora anche i miei due fratelli quindi ormai è un vizio di famiglia!“.

Fonte e foto: Paolo Branchesi
Addetto stampa Volley Macerata