Filippo Bartolucci in attacco

A3M – Vigilar, Filippo Bartolucci racconta l’esperienza con la Nazionale Under 19

Pubblicato da

Un anno intensissimo per Filippo Bartolucci che, dopo la positiva stagione con la Vigilar Fano, è volato in Iran con la Nazionale Under 19 e, da protagonista, ci racconta com’è andata: “Dal punto di vista umano – dice il centrale virtussino – è un’esperienza che ti fa crescere moltissimo. Tecnicamente sei immerso nel mondo del volley con allenamenti al mattina e pomeriggio, per il resto non c’è nè spazio nè tempo“. Nella passata stagione la Vigilar ha creduto in Bartolucci che, allenamento dopo allenamento, si è ritagliato un posto da titolare: “Certamente – afferma Filippo – Fano ha creduto in me e l’anno che ho giocato è stato importante. Poi è arrivata la chiamata della nazionale che mi ha dato grande emozione. Ascoltare l’inno in ogni gara ed indossare la maglia azzurra è qualcosa di unico“.
Una full immersion con la Nazionale che non ha dato spazio ad altre cose: “Causa Covid – risponde Bartolucci – non si poteva girare, quindi passavamo le nostre giornate tra hotel e palestre. Questo comunque ci ha permesso di consolidare il gruppo e conoscerci meglio, un gruppo peraltro fantastico“. Peccato per il risultato finale…..: “Grande rammarico se penso che contro la Bulgaria, con noi avanti 2/1, abbiamo perso quarto e quinto set 31/29 e 18/16, ma ora voglio pensare al presente e a Fano. Ci aspetta una stagione da protagonisti in cui cercherò di dare il massimo per la squadra“. Per dover di cronaca Filippo Bartolucci ha sempre giocato con l’Italia da titolare andando sempre in doppia cifra, una soddisfazione personale: “Giocando – conclude il ragazzo di San Giorgio di Pesaro – ho capito i miei errori e su cosa dovrò migliorare. Non ho alcuna paura ad affrontare una stagione in cui dovremo essere protagonisti e giocare per le prime posizioni“.

Fonte e foto: Ufficio Stampa Virtus Fano