Giornata da dimenticare in Sardegna per le ragazze di coach Paniconi

A2F – Ad Olbia troppa Hermaea per la CBF Balducci

Posted by

L’Hermaea Olbia detta la sua legge anche contro la CBF Balducci HR Macerata e salta sul treno della Coppa Italia, battendo per 3-0 (in tutti e tre i casi con un perentorio 25-19) le ragazze di coach Luca Paniconi che chiudono il girone di andata al terzo posto.

Il tecnico di casa Dino Guadalupi parte con la diagonale Allasia-Renieri, Miilen e Maruotti schiacciatrici, Babatunde e Barbazeni centrali e Caforio libero; nelle file di Macerata Martinelli torna dall’inizio al centro con Pizzolato, accanto alle consuete coppie Ricci-Stroppa in diagonale e Fiesoli-Michieletto in banda, il libero è Bresciani.

Avvio di gara subito in salita quando Barbazeni in primo tempo trova il 4-3 e va in battuta, un turno mortifero che produce un break di 4 punti, con 2 suoi aces e gli attacchi di Renieri e Babatunde. La CBF Balducci fatica a sfruttare il cambio palla anche perché la battuta ospite non mette quasi mai pressione alla ricezione dell’Hermea che ha quindi pochi problemi a gestire il gioco fino al 9-15 quando Macerata, con gli attacchi di Martinelli e Stroppa, accorcia inducendo Guadalupi al time-out. La pausa fa bene alla formazione sarda che continua a picchiare forte con Barbazeni al centro: l’ace di Maruotti e l’attacco di Miilen fruttano una serie di set ball per Olbia (15-24). Ghezzi, subentrata a Michieletto, ne annulla uno con un ace, due ne annulla Fiesoli con due pipe, ma è Allasia, con un attacco di seconda, a porre fine al set.

CBF Balducci che cerca di partire meglio nel terzo set, sul 5-6 il primo tempo di Pizzolato e la fast errata di Babatunde aprono un piccolo solco di +3 per Macerata, prima che Miilen si carichi sulle spalle l’attacco di casa ricucendo il gap. Sono allora Stroppa e Fiesoli a riportare avanti le ospiti; la pipe di Renieri e l’ace di Barbazeni rimettono tutto in equilibrio sul 14 pari. Macerata prova di nuovo a strappare con il gioco al centro di Pizzolato e Martinelli ma Olbia risponde con 2 aces di Babatunde (19-18), prima che Renieri si prenda la scena nel finale di set con una serie di attacchi dalla seconda linea che piegano la difesa marchigiana.

Le maceratesi a muro

Miilen e Babatunde sono sempre mortifere per Macerata, che nel terzo set fatica anche molto di più in attacco mentre la ricezione positiva di Olbia si attesta su un autorevole 74% nel parziale. La schiacciatrice estone trova il massimo vantaggio sull’11-5. Entra Cosi in casa Macerata per dare forze fresche al gioco al centro della CBF Balducci, la nuova entrata e Pizzolato aiutano la formazione di coach Paniconi ad accorciare fino al 19-16. Maruotti porta Olbia a quota 20 e le ospiti non riescono più a sfuttare il cambio palla. Sono allora gli attacchi da seconda linea ancora di Renieri a chiudere la contesa.

Il terzo posto significa prima fase di Coppa Italia obbligatoria, si ritorna in campo quindi nel weekend per affrontare la Ranieri National Soverato.

VOLLEY HERMAEA OLBIA-CBF BALDUCCI HR MACERATA 3-0

VOLLEY HERMAEA OLBIA: Barbazeni 10, Allasia 3, Fezzi ne, Miilen 16, Buselli ne, Renieri 16, Minarelli ne, Maruotti 4, Caforio (L), Severin ne, Gerosa, Formaggio, Babatunde 8. All. Guadalupi

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Bresciani (L), Martinelli 6, Cosi 2, Michieletto 4, Gasparroni, Ghezzi 4, Ricci 2, Stroppa 12, Peretti, Pizzolato 8, Fiesoli 4, Malik ne. All. Paniconi

ARBITRI: Adamo, Grossi

PARZIALI: 25-19 (23’), 25-19 (24’), 25-19 (25’)

NOTE: Hermaea 6 errori in battuta, 8 ace, 67% ricezione positiva (42% perfetta), 40% in attacco, 3 muri vincenti; CBF Balducci 3 errori in battuta, 2 ace, 44% ricezione positiva (19% perfetta), 34% in attacco, 3 muri vincenti.

Fonte: Corrado Bellagamba

Addetto stampa HR Volley Macerata

Foto: Luigi Fiori