A1F – La Megabox rifila un secco 3-0 alla Baroccini Perugia

Posted by

MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA: Hancock 4, Kosheleva 11 , Mancini 7,  Piani 14, D’Odorico 17, Aleksic 7 , Sirressi (L), Lutz ne, Carraro ne, Papa ne, Martinelli ne, Barbero , Berti ne, Borelli (L). All.: Mafrici, Simone

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Guerra 9,  Nwakalor8 , Samedy 12, Lazic 10, Polder 4, Dilfer 1, Armini  (L), Provaroni , Gardini 1, Avenia, Rumori (L), Bartolini 1, Galic. All: Bertini, Baraldi.

Arbitri: Mattei, Piperata

Parziali: 25 – 20 (24’); 25 – 22 (32’);  25 – 16 (21’)

Spettatori: 347

MVP: D’Odorico

Megabox Ondulati del Savio Vallefoglia vince davanti un supervisore d’eccezione: il tecnico della nazionale campione d’Europa Davide Mazzanti. Le tigri biancoverdi hanno mantenuto salda la testa in campo dal primo all’ultimo punto, quando i fondamentali hanno messo a dura prova il gioco, ben costruito, della Bartoccini Fortinfissi. La formazione del marottese Matteo Bertini ha cercato di ostacolare in ogni fondamentale il gioco delle tigri biancoverdi, ma una D’Odorico magistrale, meritatamente MVP, ha permesso poco alle ospiti. Classifica e morale sono adesso sbloccati, ma il campionato è ancora lungo.

Fin da subito l’incontro si dimostra equilibrato e combattuto, palla su palla, aggressivo già dal servizio, da entrambe le parti. Anastasia Guerra a Perugia risponde a Sofia D’Odorico; Vittoria Piani,  a Vallefolgia a Samedy, con Perugia quasi sempre avanti di una lunghezza. Il sorpasso e distacco  delle tigri biancoverdi aumenta e si arriva al 20 – 17 grazie all’opposta di Vallefoglia, Piani. Bertini,  a Perugia, è costretto a fermare il gioco sul 22 -17. Mancini mette a segno un  ace  per il 24 – 18; capitan Guerra annulla ben due set point, un errore di Lazic permette a Vallefoglia di vincere il primo parziale

Nel secondo parziale le tigri biancoverdi partono in vantaggio, ma il muro – difesa delle perugine non permette alle padrone di casa di allungare il passo, dal 6 – 3 si arriva al 7 – 6, Kosheleva chiude per l’8 – 6. ‘Ace Machine’ Hancock chiude un attacco di seconda intenzione per 9 – 6, poi al servizio per l’11 – 7. Le umbre spingono la palla e difendono l’impossibile fino ad arrivare sul 13 – 12. Aleksic vola sul muro di Perugia per il 17 – 15, mura poi per il 18 – 15. Guerra non perdona, per il recupero delle perugine:19 – 19. Mani out di D’odorico per il 24 – 22 e Bertini, a Perugia, chiama time out. Ace di Piani per il secondo set di Vallefoglia.

Terzo parziale con le tigri affamate di punti, Sofia D’Odorico e Giulia Mancini sfoderano le unghie e dopo il primo vantaggio per 2 – 0, si arriva al 7 – 2 che costringe Bertini al primo time  – out. Un ace di Mancini segna il 9 – 2. Il parziale continua a senso unico per le tigri biancoverdi, nonostante il tecnico Bertini cambi le carte in tavola, D’Odorico e Piani salgono in cattedra, e in breve si arriva al 23 – 15. Ace machine Hancock per il match point, ma Samedy annulla in attacco, Mancini non perdona in primo tempo e chiude il set.

A bordo campo Sofia D’Odorico come MVP dimostra la sua gioia, non tanto per il suo premio, quanto per il risultato, frutto del lavoro che da settimane viene portato avanti da tutte le giocatrici, con dedizione e spirito di sacrificio.

A Perugia Polder, attaccante centrale olandese,  è rammaricata perché, nonostante l’incontro fosse stato preparato alla perfezione,  il lavoro in questa occasione non ha dato frutti.  Adesso, afferma:- “ ci sono ancora due incontri, per concludere la fase di andata, abbastanza difficili, come Chieri e Conegliano”.