Un momento della partita

Una grandiosa Videx esce a testa altissima dalla Coppa Marche

Posted by

Non riesce per pochissimo il miracolo alla Videx Grottazzolina, partecipante al campionato di Serie D, che, in Coppa Marche, doveva ribaltare l’1-3 dell’andata subito in casa da Banca Macerata, formazione di Serie C. I ragazzi di Francesco Pison giocano, sul campo degli avversari, una gara gagliarda arrivando anche a condurre di due set ma poi subiscono il ritorno dei locali supportati da un infermabile Despaigne, figlio de El Diablo cubano degli anni ’90 ed autore di 31 punti, che condanna i grottesi all’eliminazione a testa però altissima.

Coach Francesco Pison schiera in avvio Andrea Romiti in cabina di regia, Mattia “Paz” Minnoni in diagonale, Stefano Perini ed Edoardo Vecchi in banda, Martino Ubaldi ed Elia Valentini al centro, Diego Foresi nel ruolo di libero.
L’inizio di match è di marca maceratese con Ricci che firma il 6-4 ma Grotta è concentrata e pareggia con Perini (7-7) che poi sigla il punto del vantaggio (8-9) e l’ace dell’8-10; un errore degli ospiti fa tornare il risultato in equilibrio (11-11) con un attacco di seconda intenzione di Martusciello che consente invece a Macerata di passare avanti 14-13. Due muri consecutivi della Videx (prima di Romiti e poi di Ubaldi) valgono il nuovo sorpasso (15-17) mentre la doppietta di Perini, autore già fin qui di 8 punti, e l’attacco di Minnoni costringono i padroni di casa a chiamare timeout (17-20); due attacchi di Vecchi, sommati ad una schiacciata ed un ace di Minnoni, portano la Videx dritta al 19-24 con i grottesi che, dopo due occasioni annullate dagli avversari, riescono a vincere la prima frazione con il punteggio di 21-25.
Al cambio di campo inizia a farsi sentire Despaigne, fin qui in ombra, che sigla immediatamente 3 punti consecutivi (3-0); Perini riequilibria la situazione (6-6), un gran lungo linea di Minnoni strappa applausi (7-7)  mentre l’ace di Romiti ed il muro di Perini valgono il +3 Videx (7-10). Ancora Despaigne (autore in questo parziale di 6 dei primi 9 punti della sua squadra) riporta sotto i proprio compagni (9-10) mentre l’errore in attacco di Grotta vale la nuova parità a quota 10; un’altra deliziosa parallela di un Minnoni “on fire” regala il +2 a Grottazzolina (10-12) mentre l’attacco di Vecchi costringe i padroni di casa a spendere un timeout discrezionale (10-13). Minnoni regala un altro cioccolatino che vale il 12-15, l’ace di Ricci riporta a -1 Macerata (17-18), l’attacco di Vecchi aumenta il divario (20-22) mentre un’invasione di Martusciello spedisce la Videx dritta al setpoint (21-24); i maceratesi annullano tutte e tre le possibilità di chiudere ai grottesi impattando così a quota 24, Despaigne porta avanti i suoi 25-24 ma, quando ormai il set sembra perso, ecco la reazione di Grotta che prima pareggia grazie ad un monumentale Perini (25-25), poi sfrutta un errore di Macerata (25-26) ed infine gioisce grazie all’ace di Romiti che chiude il parziale 25-27.
La Videx si trova ormai ad un passo dal sogno (lo 0-3 qualificherebbe i ragazzi di Pison al turno successivo mentre l’1-3 garantirebbe almeno il Golden Set) ma quella che rientra in campo è una Macerata più cinica e soprattutto determinata a dimostrare la differenza di categoria tra le due formazioni: il terzo periodo inizia malissimo per la Grotta che in un attimo si ritrova sotto addirittura 7-1 ma la Videx è brava a non farsi demoralizzare e ricomincia a lottare riportandosi sotto grazie agli attacchi di Perini (9-7); il recupero dei grottesi purtroppo si esaurisce qui con i maceratesi che in questo periodo diventano inarrestabili: Despaigne sigla prima l’ace del 12-8 e poi infila altri due punti che valgono il 16-10, Vecchi prova a mantenere le distanze (18-12) ma un’altra doppietta del figlio de El Diablo porta Macerata sul 21-14. Un attacco “no look” di Perini ed un block di Minnoni illudono la Videx (21-16) con Macerata che sfrutta due errori degli ospiti per arrivare al set point (24-16) mentre Maccari chiude la terza frazione con il punteggio di 25-17.
Al nuovo cambio di campo a partire meglio è di nuovo la formazione di casa che sfrutta un muro di Martusciello ed un ace di Maccari per portarsi sul 6-4; Grotta impatta a quota 6 e prova a mettere il muso avanti con Vecchi (9-10) ma due punti di Despaigne, ed un muro ancora di Martusciello, fan volare i maceratesi sul 17-13. Il raggiungimento del tiebreak farebbe qualificare Banca Macerata e la Videx si trova così spalle al muro ed allora i ragazzi di Pison provano a dare il 110% per ribaltare la situazione: i grottesi invocano il fallo di posizione nella metà campo di casa (18-16) con Perini che si fa carico dell’attacco ospite siglando prima il punto del 19-18 e poi quello della parità (19-19); Minnoni mette la freccia (20-21) e Valentini stoppa Despaigne (20-22) con lo stesso opposto dei maceratesi che si rifà pareggiando a quota 22. Vecchi e Perini fan arrivare la Videx per prima a quota 24 (23-24) ma ancora una volta ci pensa Despaigne a togliere le castagne dal fuoco e rimettere le cose in equilibrio (24-24); ci si gioca il tutto per tutto: un attacco di Owusu, contestatissimo dai grottesi che volevano fischiato il fallo di accompagnata, porta ad un passo dalla qualificazione Macerata (25-24), sull’attacco successivo di Perini viene invece chiamata la contesa che vale per la Videx l’ultima occasione per qualificarsi ma la schiacciata dei grottesi si infrange sul muro di Owusu che regala il tiebreak (26-24) e la qualificazione al turno successivo a Banca Macerata.
L’inutile ultimo set vede i padroni di casa partire avanti 5-1 sfruttando due punti di Ricci, l’ace di Martusciello ed un altro attacco di Despaigne; Owusu fa cambiare campo alle due squadre sull’8-4, Vecchi e Minnoni accorciano le distanze (8-7) ma tre conclusioni vincenti di Maccari, ed un block di Owusu, spingono Macerata sul 13-8 che poi però sbaglia tre palloni consecutivi (13-11) rimettendo in carreggiata una Videx che, sul 14-11, trova le forze per rimettere il match in parità (14-14). Si arriva così ai vantaggi con Ricci e Perini ad allungare ancora di più la partita (15-15) poi, però, ci pensano Marconi e Despaigne a trovare i varchi giusti per chiudere il set (17-15) e la sfida con il risultato di 3-2.
La Videx Grottazzolina esce a testa altissima da questo doppio confronto contro una squadra di categoria superiore come Banca Macerata; ora i ragazzi guidati da Francesco Pison dovran dimenticare in fretta l’avventura in Coppa Marche e spostare l’obiettivo dritto verso il campionato con la seconda fase che prenderà il via Sabato 7 Gennaio. Il calendario è in via di definizione ma già sappiamo che i grottesi son inseriti nella Poule D insieme ad i cugini della Renew Asfalti Montegiorgio Volley, il Cus Ancona, la La Nef Osimo, l’Ets Engineering Pergola e la Daphne Real Bottega Volley.

Coppa Marche – Ritorno Ottavi di Finale
Banca Macerata – Videx Grottazzolina 3-2

Banca Macerata:
 Despaigne 31, Martusciello 6, Pesciaioli ne, Gentili, Ricci 12, Maccari 16, Owusu 21, Falcetta ne, Marconi 7, Giacomini L., Capparucci (L2) ne, Cavagna (L1), Vega ne. All. Giacomini C.

Videx Grottazzolina: Tegazi, Vecchi 15, Foresi (L1), Ubaldi 1, Perini 25, Romiti 5, Valentini 5, Minnoni 20, Cacchiarelli (L2) ne. All. Pison

Arbitro: Gatti Paolo

Parziali: 21-25 25-27 25-17 26-24 17-15


Articolo: Paolo Branchesi

Foto: Ufficio Stampa M&G Scuola Pallavolo