Il direttore generale della Lube Beppe Cormio

Cormio: “Con Lagumdzija troviamo una garanzia in termine di punti per una Lube più incisiva!”

Posted by

La campagna estiva di rafforzamento della Cucine Lube Civitanova consegna nelle mani di coach Chicco Blengini un team talentuoso dall’età media ancora più bassa. Il direttore generale Beppe Cormio, uomo mercato biancorosso, commenta il colpo principale del Club, l’ingaggio con contratto biennale dell’opposto Adis Lagumdzija, miglior realizzatore della passata stagione in SuperLega Credem Banca, confermando quanto già sembrava evidente il cambio di ruolo di Ivan Zaytsev, che sarà inserito nel reparto schiacciatori di banda con Alex Nikolov, Marlon Yant e Mattia BottoloMatheus Motzo, tra gli attaccanti più prolifici delle ultime stagioni in Serie A2, sarà l’altra bocca da fuoco.

Dg Beppe Cormio:

Negli ultimi anni Adis è sempre stato tra i migliori realizzatori nella massima serie. Si tratta di un giocatore fisico che attacca al meglio i palloni da opposto e ci consente un tipo diverso di gioco. Potremo impiegarlo contemporaneamente a Ivan Zaytsev che giocherà schiacciatore ricevitore. Lagumdzija è affidabile e giovane, ha già fatto vedere molto a dispetto dell’età. Noi riteniamo che possa fare ancor di più risolvendo le situazioni di palla alta che lo scorso anno finivano nelle mani di ragazzi meno esperti. Con Adis troviamo un’uscita diversa e una garanzia in termine di punti. La nostra squadra presenta tanti elementi con doti eccellenti da attaccanti, ma per produrre le offensive bisogna prima ricevere, soprattutto per giocare i primi tempi al centro. Cercheremo di raggiungere un buono standard in ricezione per fornire a De Cecco palloni giocabili. Palla in mano la Lube può fare molto bene grazie a diverse bocche da fuoco: un opposto molto importante e ad altri giocatori che sanno attaccare bene la pipe. La nostra è una squadra che può diventare molto fastidiosa se riceve. Anche in battuta le aspettative sono elevate, ma non si può ragionare solo con le ipotesi. Quindi non andiamo oltre, pensiamo a lavorare con questi giocatori. Mi sembra una squadra buona, in crescita. Ci eravamo dati tre anni per tornare nelle zone altissime della classifica. Ci siamo un po’ illusi arrivandoci nella prima stagione e quest’anno sarà ancora più dura perché molte squadre si sono ulteriormente rinforzate, ma resto fiducioso!“.

Fonte: Ufficio Stampa A.S. Volley Lube

Foto: www.lubevolley.it