SERIE A2/F: LE INTERVISTE DOPO LA DECIMA VITTORIA

Posted by

Stefano Saja (allenatore CBF Balducci HR Macerata): “È stata la partita vera quando Cremona ha spinto e noi abbiamo alzato un attimo il piede dal pedale. Sono state asfissianti per quanto hanno difeso e contrattaccato. La cosa bella della nostra squadra è che se anche all’inizio c’era un po’ meno attenzione del solito, siamo partiti comunque con tanta energia e questo ci ha permesso di rimanere in scia nel primo set. Nel secondo set loro hanno spinto ancora di più e noi, invece di rimanere testa a testa, li abbiamo lasciati andare via troppo presto. Però questa è una squadra che ha sofferto all’inizio, ha imparato a trovare le proprie certezze al proprio interno e quindi nel terzo set siamo ripartiti con grande intensità, con grande attenzione e alla fine il nostro gioco è venuto fuori”.

Alessia Mazzon (centrale CBF Balducci HR Macerata): “Era una partita molto importante, perché se la settimana scorsa giocavamo contro le seconde è andata a finire che anche questa settimana eravamo contro le seconde. Quindi vittoria importantissima per la classifica, per distaccarci un po’ e soprattutto per noi, perché stiamo dimostrando tutto l’impegno che ci mettiamo ogni giorno in palestra e che veramente sta dando i suoi frutti. Siamo veramente contente della prestazione e di come stiamo lavorando. Oggi siamo riuscite a stare lì con la testa e devo dire che che si è visto, quindi sono molto felice del lavoro della squadra”.

Giada Civitico (centrale CBF Balducci HR Macerata): “Sono contenta, loro secondo me sono una squadra molto forte che è cresciuta tantissimo, attrezzata benissimo. Sapevamo sarebbe stata molto tosta perché tirano su di tutto. Ci voleva avere pazienza, siamo stati bravi a rimanere lì, ad avere pazienza, a sbagliare poco e a mettere giù magari palloni importanti nei momenti giusti. Sono contenta perché abbiamo lavorato di squadra e secondo me questo è quello che fa la differenza. Siamo molto unite, ci aiutiamo tanto e penso che siamo sulla buona strada”