SERIE B/M: IL DERBISSIMO VISSUTO DALLA SABINI

Posted by

PALLAVOLO SABINI CASTELFERRETTI – NOVAVOLLEY LORETO 3-1

SABINI: Beni, Schiavoni, Violini, Gaggiotti, Mazzanti, Giaccaglia (K), Giuliani, Mancinelli, Mariotti, Pettinari G., Pieroni, Palazzesi, Marchetti (L1), Toccacieli (L2). All. Fabbietti-Sciati.

NOVAVOLLEY: Carotti, Campana, Torregiani (K), Alessandrini, Vecchietti, Mangiaterra, Zazzarini, Forconi, Areni C., Conocchioli, Dignani (L1), Papa (L2). All. Iurisci – Stortoni.

PARZIALI: 26-24/25-19/15-25/25-17.

ARBITRI: Cetraro-Salvatore

CASTELFERRETTI – Scontro al vertice al PalaLiuti che non ha deluso le attese tra le due squadre più in forma del momento e distanti tra loro di una posizione e soli tre punti: Sabini seconda con 23 punti e NovaVolley quarta con 20 punti dopo il bel successo 3-1 su Ferrara, unica formazione ad aver battuto i castelfrettesi alla prima giornata. I precedenti storici vedono la Sabini imbattuta in casa nei due incontri giocati in Serie B (il primo nel 2021-2022 finito 3-2 in rimonta, coincise con la prima vittoria stagionale nel ritorno in B unica) contro i mariani. i due ex per parte (Mazzanti ha vestito il neroverde in due stagioni, 2019-2020 e 2021-2022 mentre Giuliani nell’annata 2018-2019; Torregiani è stato a Castelferretti nella stagione 2016-2017 per l’Under 18 mentre Marco Massacesi per la Serie B2 2010-2011, quest’ultimo comunque indisponibile a referto) rendono la sfida ancora più interessante e sentita. La formazione castelfrettese 6+1 è confermata (Giuliani-Violini; Mancinelli-Schiavoni; Giaccaglia-Mazzanti; Marchetti) mentre a referto Toccacieli va come libero visto il recente infortunio alla caviglia, scambiandosi la maglia con Palazzesi che dunque infoltisce la batteria degli schiacciatori biancazzurri. Il primo set testimonia l’ottimo stato di forma delle due formazioni: come da pronostico quella di Iurisci si aggrappa a bomber Torregiani, a tratti incontenibile mentre i castelfrettesi fanno la voce grossa a muro con Mazzanti ed in attacco con Mancinelli; la NovaVolley conduce sempre con il minimo scarto mentre la Sabini accetta di indossare scudo ed elmetto: la partita di sacrificio a muro di Giaccaglia e Giuliani viene esaltata nel finale con Schiavoni letale dai nove metri che scalfisce le certezze mariane e fa tornare l’inerzia a favore dei locali; sul 24 pari ecco un’azione lunghissima che esalta due difese agguerrite e che si conclude con il mani-out di Mancinelli, visto solamente in un secondo momento dal secondo arbitro e al primo set point la Sabini chiude con un errore in attacco di Torregiani. Loreto non ci sta e riparte a testa bassa ma la Sabini con buon contributo dei centrali in attacco in questo parziale dimostra di avere tante soluzioni offensive per reggere la pressione avversaria così il punteggio passa velocemente da 0-3 a 10-7 grazie anche a tutta la grinta di Giuliani in un contrasto sottorete con il centrale Mangiaterra, surclassato in termini di potenza ed esperienza: la NovaVolley è dura a cedere e resta sempre in scia, calando nel finale di fronte a muro/difesa ermetici dei biancazzurri con un contrattacco esplosivo orchestrato sia da Giuliani e sia da Marchetti quando chiamato in causa. Avanti 2-0 nel conto set, la Sabini ha la solita partenza diesel ma stavolta con il trascorrere dei punti, non riesce a mantenere fluido il cambio-palla di fronte ad una Loreto sempre più fiducia: l’ingresso di Mariotti per Schiavoni vivacizza la seconda linea biancazzurra ma l’attacco continua ad essere troppo altalenante, perciò, sul 09-19 cambia la diagonale locale con Beni e Pieroni che fanno tornare accettabile il livello di prestazione globale ma i neroverdi chiudono con merito riaprendo la gara grazie a Vecchietti ed Alessandrini bravi a trovare continuità al servizio ed in ricezione rispetto ai set precedenti. Nel quarto e decisivo set, Mariotti resta in campo tra i locali contribuendo a dare solidità alla ricezione (6-1): pian piano la NovaVolley si riavvicina ma nell’ordine Giaccaglia, Violini e Mancinelli trovano punti pesanti in attacco; sul 19-16 il colpo di scena con il primo arbitro che erroneamente fischia il fallo di seconda linea a Torregiani, la Sabini aveva difeso perciò sarebbe la squadra più danneggiata dal gioco interrotto che porta alla ripetizione dell’azione mentre l’allenatore ospite Iurisci protesta e viene pesantemente penalizzato da un cartellino rosso eccessivo. La decisione arbitrale demoralizza i mariani che si macchiano di tre errori consecutivi sul turno al servizio di Violini che continua a martellare senza sconti. La Sabini dopo un buon cambio-palla chiude le ostilità dai nove metri al primo matchpoint con l’ace sporco di Mariotti, conclusione meritata per lo schiacciatore di Collemarino, sempre utile al gruppo ed oggi entrato da protagonista in un momento decisivo. Onore alla NovaVolley che con Zazzarini ineditamente al centro viste le defezioni di quasi tutto il reparto di zona tre, ha tenuto il campo con una maturità superiore alla gioventù e cede dunque con l’onore delle armi su una Sabini più solida ed esperta che centra così la nona vittoria consecutiva volando al primo posto in solitaria con un punto di vantaggio sulla coppia Osimo-Ancona (tuttavia i quotatissimi dorici hanno una partita in più di tutta la concorrenza).