SERIE A2/M: NON C’E’ SCAMPO PER L’AVERSA CON QUESTA YUASA

Posted by

La Yuasa Battery è Campione d’Inverno e stende Aversa 3-0

Grandissimo riconoscimento per la squadra allenata da Massimiliano Ortenzi e Mattia Minnoni che può gioire per questo meraviglioso traguardo dopo aver battuto Aversa 3-0.

Una straordinaria Yuasa Battery Grottazzolina batte 3-0 la Wow Green House Aversa nel boxing day davanti ad un immenso pubblico accorso ancora una volta a gremire le tribune del PalaGrotta; risultato un po’ troppo severo per la formazione campana che ha tenuto bene il ritmo dei marchigiani portandoli per ben due volte ai vantaggi ma la buona, buonissima vena di Rasmus Breuning Nielsen autore addirittura di 37 punti in tre soli set ha permesso ai ragazzi guidati da Massimiliano Ortenzi e Mattia Minnoni di laurearsi Campioni d’Inverno grazie alle 12 vittorie conquistate in queste prime 13 partite disputate.

LE FORMAZIONI – Coach Sandro Passaro sale al PalaGrotta per questa sfida di Santo Stefano schierando in avvio Riccardo Pinelli al palleggio, Andrea Argenta in diagonale, Bruno Canuto e Gordan Lyutskanov in banda, Luca Presta ed Alberto Marra al centro, Salvatore Rossini nel ruolo di libero; dall’altra parte della rete coach Massimiliano Ortenzi risponde con Matteo Lusetti in cabina di regia, Rasmus Breuning Nielsen opposto, Michele Fedrizzi e Claudio Cattaneo schiacciatori ricevitori, Andrea Mattei ed Andrea Canella centrali con Andrea Marchisio a comandare le operazioni di seconda linea.

LA CRONACA –  Il primo punto lo firma Breuning che con una parallela da seconda linea porta avanti la Yuasa Battery 1-0; Lyutskanov ha la palla buona per portare avanti i suoi ma viene murato da Grotta che poi subisce l’attacco successivo di Argenta che vale il 3-3. Presta  sfrutta la palla lunga dei padroni di casa per portare avanti la sua squadra 4-6 ma una super ricezione di Marchisio innesca ancora Breuning subito seguito da Lusetti che stoppa Canuto per il 6-6; la Wow Green House è molto più concreta in questa fase iniziale e con il muro di Argenta vola addirittura sul +4 (7-11) costringendo coach Ortenzi a spendere un timeout ma alla ripresa del gioco altri due tuffi spettacolari di Marchisio permettono a Lusetti di armare il braccio di Breauning che non si fa pregare e così il danese sigla l’8-11 ed il 9-11 prima della parità a quota 11 intramezzata da una conclusione di prima intenzione da parte di Fedrizzi. E’ lunga la pipe di Lyutskanov con la Yuasa Battery che ne approfitta così per raggiungere il +2 (13-11), Cattaneo timbra il cartellino con un gran diagonale (16-14 e superamento dei 1000 punti per lui nelle Regular Season di Serie A) con lo stesso schiacciatore che si ripete pochi secondi dopo a muro fermando Argenta per il 17-14; l’invasione fischiata a Grottazzolina riporta in scia Aversa (17-16) ma la difesa lunga da parte di Breuning finisce nella zona di confitto campana con la palla che cade a terra ed il punteggio recita 19-16. Canella mantiene il vantaggio della Yuasa Battery (22-19) che poi sfrutta l’errore di Canuto per volare sul 23-19 ma la Wow Green House è ancora lì e raggiunge la parità a quota 23 grazie ad Argenta. Breuning si fa prendere dalla fretta e manda out una palla piazzata la quale spedisce Aversa al set point (23-24) ma Canuto si fa murare il contrattacco da Canella che porta così il parziale ai vantaggi (24-24) dove le battute vincenti di Fedrizzi (25-24) e del danese volante di Grottazzolina (12 punti per lui nel set) regalano il parziale di apertura alla formazione marchigiana 28-26.

Al cambio di campo Grotta si porta subito avanti, Cattaneo firma il 6-4 ma la Wow Green House è sempre lì e con Presta resta in scia (6-5); la bella battuta di Mattei innesca il tap-in vincente di Fedrizzi per l’8-5, Marra stoppa Breuning per il nuovo -1 (8-7) ma poi il danese si rifà siglando l’11-8 che costringe Aversa a chiamare timeout. Esce l’attacco dell’opposto di Grotta il quale permette agli ospiti di riavvicinarsi (14-13) prima dell’ace di Lyutskanov che vale la parità a quota 14 e timeout per la truppa di OrtenziBreuning continua a picchiare come un fabbro e porta così i suoi compagni sul 18-15 ma i campani alzano il muro ed accorciando le distanze raggiungendo il 18-17. Eroico Lusetti che prima tocca a muro col proprio volto l’attacco di Aversa aprendo poi per il suo opposto (19-17) recandosi successivamente sulla linea del servizio trovando un grande ace che regala alla Yuasa Battery il +3 (20-17); rientra Manu Marchiani per il servizio, dopo l’infortunio alla mano subito contro Ravenna, Aversa non si fa pregare e torna sotto (22-21) ma l’attacco fuori asta degli ospiti e l’errore al servizio di Lyutskanov danno il 25-22 a Grottazzolina che vola così sul doppio vantaggio nel computo dei set.

Il terzo periodo inizia con Pinelli che firma l’ace dello 0-2 al quale risponde il solito Breuning che da seconda linea firma l’1-2; il danese trova una palla vagante sotto rete e non può far altro che picchiarla forte, ed in maniera vincente, per il 5-5, Mattei passa invece in mezzo al muro campano per il 7-6 ma due muri consecutivi della Wow Green House permettono ai campani di firmare il sorpasso (10-11). Un altro ace di Fedrizzi ristabilisce le gerarchie in campo con Grottazzolina che torna a condurre il gioco (13-11), Canuto firma la nuova parità a quota 15 ma l’ennesimo attacco di Breuning (37 punti totali per lui oggi) costringe Aversa a chiamare ancora timeout (17-15); alla ripresa del gioco Argenta trova il 19-19 e poi anche il sorpasso con gli ospiti che passano a condurre così 20-21, Grotta si mangia il contrattacco che sbatte sul muro degli ospiti (21-22) che poi allungano con il loro opposto costringendo coach Ortenzi a parlarci su con i propri giocatori (21-23). Breuning va sulla linea dei nove metri e tira una staffilata che riporta in parità Grottazzolina (23-23), il monster block di Cattaneo spinge la Yuasa Battery al match point (24-23) ma cade sul campo grottese l’attacco di Argenta portando per la seconda volta le due formazioni ai vantaggi (24-24) dove a spuntarla è ancora la squadra di casa che grazie all’ace di Fedrizzi (29-27) può festeggiare la vittoria insieme al numerosissimo pubblico che ha riempito anche in questo Santo Stefano le tribune del PalaGrotta.

Altri tre punti per la truppa guidata da Massimiliano Ortenzi e Mattia Minnoni che sale a quota 34 punti in classifica, allungando sulla più diretta inseguitrice, consolidando il titolo di Campioni d’Inverno di questa Credem Banca Serie A2 ma non c’è tempo di gioire per questo straordinario traguardo raggiunto in quanto Sabato 30 Dicembre i marchigiani viaggeranno alla volta della lontanissima Cuneo per sfidare, a partire dalle ore 20:30, la Puliservice Acqua S. Bernardo Cuneo per un altro grandissimo big match che chiuderà questo meraviglioso 2023.


IL TABELLINO: YUASA BATTERY GROTTAZZOLINA – WOW GREEN HOUSE AVERSA 3-0

YUASA BATTERY GROTTAZZOLINA: Cubito ne, Vecchi, Lusetti 2, Canella 7, Mattei 2, Breuning 37, Ferraguti  ne, Mitkov, Romiti A. ne, Fedrizzi 8, Marchiani, Romiti R. ne, Marchisio (L1) 81% (56% perf.), Cattaneo 8. All. Ortenzi All2. Minnoni

WOW GREEN HOUSE AVERSA: Pinelli 1, Spignese (L2) ne, Argenta 17, Canuto 4, Lyutskanov 13, Presta 9, Rossini (L1) 62% (42% perf.), Biasotto, Spagnuolo De Vito, Chiapello, Schioppa ne, Gatto ne, Marra 9, Agrusti. All. Passaro All2. Beltrame

PARZIALI: 28 – 26 (31′); 25 – 22  (26′); 29 – 27  (32′)

ARBITRI: Autuori Enrico – Colucci Marco

NOTE: Grottazzolina 15 errori in battuta, 6 ace, 11 muri vincenti, 72% in ricezione (40% perf), 55% in attacco. Aversa: 12 errori in battuta, 4 ace, 8 muri vincenti, 54% in ricezione (34% perf), 52% in attacco.
Articolo: Paolo Branchesi
Foto: Fabio Verducci