SERIE A1/F: MEGABOX, TERZA VITTORIA CASALINGA IN FILA

Posted by


Gran festa nel nome di Pesaro Capitale della cultura 
 

La Megabox Ondulati del Savio si aggiudica la terza vittoria casalinga consecutiva, superando in quattro set una Bergamo tenacissima, che nella parte centrale del match ha dimostrato a lungo di potersela giocare alla pari. A metà del terzo set la Megabox ha saputo tirarsi fuori da una partita che era diventata complicatissima, con le ospiti capaci di difendere a lungo qualunque pallone. Decisive Mingardi (26 punti col 4/% su 53 palloni) e Aleksic (16 punti e 9 muri)  ottima la prova di squadra, mentre Bergamo esce comunque a testa alta (Nervini 11, 10 per Lorrayna e Daviskiba), dimostrando di essere squadra più che viva. Bellissimo il colpo d’occhio di pubblico, allietato dalle musiche di Clarissa Vichi. Prima della partita dìi due sindaci di Bergamo e Pesaro hanno celebrato il passaggio di consegne tra le due capitali italiane della cultura 2023 (Bergamo, assieme a Brescia) e 2024 (Pesaro). 

Nel primo set parte subito avanti 3-0 la Megabox sul turno di servizio di Aleksic (che firma anche un ace). Gardini è scatenata e firma 4 dei primi 6 punti con un altro ace, ma Bergamo resta a tiro e pareggia a 7 con Nervini. Aleksic allunga di nuovo (11-8) e Bergamo chiama il primo time-out. Gardini trova subito  il +4, ma le ospiti tornano sotto (12-11, muro di Davyskiba su Mingardi). Un nuovo ace di Aleksic ristabilisce le distanze (15-11), e il coach di Bergamo Bigarelli si gioca il secondo time-out. Rozanski manda out e le tigri guadagnano il +5 (17-12). Un muro di Aleksic allunga sul 20-14, entra Lorrayna. Due errori in fila in attacco della Megabox (Degradi e Aleksic) riportano a -4 Bergamo e Pistola chiama time-out. L’ace di Lorrayna riapre il set (21-18), Mingardi firma un pallonetto importante e Gardini trova una parallela di giustezza per il 23-18. La stessa Gardini sbaglia l’attacco successivo, ma si rifà subito per il 24-20 (9 punti nel set, 8/11 in attacco). Davyskiba manda out la palla che chiude il set sul 25-20. 

Nel secondo set parte nuovamente meglio la Megabox (4-1 su muro di Mancini). Un muro su Degradi e un errore di Aleksic riportano in parità Bergamo, che sorpassa 7-6 con Nervini. L’ace di Gennari portano le ospiti a +2, Degradi sbaglia una parallela (6-9) ma rimedia subito dopo convertendo una palla difficile. Il muro di Aleksic su Lorrayna tiene le tigri a -2, entra Cecconello per Mancini, ma tre muri in fila (due di Davyskiba ed uno di Butigan) fanno scappare le ospiti a +5 (14-9). Time-out per Pistola, poi un altro ace di Gardini ricuce parte del distacco (11-14) e stavolta è BIgarelli a fermare il gioco. Bergamo è efficacissima a muro, entra Kosheleva per Degradi (13-16) ma Lorrayna mantiene il vantaggio. Melandri manda out e la Megabox torna a -2 (15-17), Davyskiba e Lorrayna imitano la compagna e le tigri impattano a 18. Un muro di Lorrayna su Gardini riporta a +2 le ospiti (18-20), entra Giovannini ma Nervini trova il 23-20 dopo un’ottima battuta di Davyskiba. Il muro di Gennari su Kosheleva guadagna 4 palle set per Bergamo, due ne annulla Mingardi ma Cecconello manda out la battuta e si chiude 25-22 per il Volley Bergamo. 

Nel terzo set Pistola ripropone Mancini e Degradi, Bergamo continua a difendere tutto e con Lorrayna guadagna il primo vantaggio sul 5-4. Mingardi sorpassa 9-8 dopo uno scambio entusiasmante, un muro di Lorrayna su Gardini impatta di nuovo. Nervini risorpassa ma poi getta fuori la palla del +2. Un errore di Davyskiba dà il nuovo vantaggio alla Megabox, poi è nuovamente MIngardi a chiudere uno scambio estenuante (14-12). Pistola chiama time-out, Mingardi sfrutta una ricezione lunga e sigla il 16-13, con immediato time-out di Bigarelli. Mingardi è scatenata e strappa con una parallela e un pallonetto il +4 (18-14), Gradini mette a terra una palla difficilissima passando in mezzo al muro, poi manda out la battuta. Un muro di Aleksic su Nervini e un ace di Mancini allungano 23-17, Aleksic strappa il 24-18 e chiude con un muro. Mingardi chiude il set con 11 punti e il 73% in attacco. 

Nel quarto set si combatte su ogni palla, Degradi sigla il 2-1 dopo uno scambio interminabile. Kosheleva (entrata per Gardini) mura Lorrayna per il 6-4. Un altro muro su Lorrayna e la palla out di Nardini fanno scappare la Megabox 9-4, esce Nardini per Pistolesi e Bigarelli chiama time-out. Una magia di Kosheleva porta le tigri a +6, Mingardi mette a terra la palla successiva (11-4), poi firma l’ace del 14-6. Bergamo spara fuori un attacco con Rozanski, la Megabox arriva a +9 (16-7). Due muri in fila di Aleksic allungano ancora (20-9), Bergamo è in rottura prolungata (mandano out Rozanski e Melandri, 23-11), chiude Mancini 25-13. 

Così alla fine della partita la MVP Maja Aleksic: “Abbiamo giocato una buona partita, siamo molto felici. Abbiamo battuto, murato e difeso bene, abbiamo lavorato tutta la settimana su questo e tutto sommato è stata la partita che ci aspettavamo”. 

MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA-VOLLEY BERGAMO 1991 3-1 (25-20, 22-25, 25-18, 25-13)  

MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA: Aleksic 16, Mingardi 26, Gardini 13, Mancini 4, Dijkema 1, Degradi 13; Panetoni (L), Kozbar, Cecconello, Kosheleva 2. Non entrate: Provaroni, Grossa Scharmann, Fiorani (L). All. Pistola.  

VOLLEY BERGAMO 1991: Nervini 11, Melandri 8, Rozanski 4, Davyskiba 10, Butigan 8, Gennari 4; Cecchetto (L), Lorrayna 10, Pasquino, Cicola. Non entrate: Bovo, Fitzmorris, Scialanca (L). All. Bigarelli. 

ARBITRI: Piana e Giglio. 

NOTE – Spettatori: 839. Durata set: 28′, 28′, 26′, 22′. Tot: ‘.