SERIE A2/M: YUASA BATTERY, VIETATO SOTTOVALUTARE ORTONA

Posted by

Minnoni: “Non è una partita da prendere sottogamba”

Grottazzolina – Seconda gara del 2024 e, curiosità del calendario, seconda gara interna consecutiva per la Yuasa Battery che, domenica 14 gennaio con inizio alle ore 18, ospiterà tra le mura amiche la Sieco Service Ortona.

Umori diametralmente opposti tra le due formazioni: da un lato Grottazzolina, capolista con sei punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice (Cuneo); dall’altro Ortona, fanalino di coda con 9 punti su 15 partite giocate, in coabitazione con Castellana Grotte che però deve ancora recuperare un match.

Guai a fermarsi a guardare la classifica però, perché la gara di domenica, i cui favori del pronostico pendono nettamente a favore dei padroni di casa, nasconde in realtà delle insidie importanti.

La gara di andata fu particolare – spiega il vice coach Minnoni – avevamo iniziato bene, poi la partita si è innervosita e sia gli avversari che il pubblico si sono accesi per via di qualche episodio. Siamo stati bravi con calma e pazienza a portarla comunque a casa, ma la gara di domenica sarà altrettanto difficile. Nelle ultime settimane loro hanno avuto qualche problema fisico e hanno peccato di continuità, ma hanno una squadra di valore composta da grandi campioni. Non è una partita da prendere sottogamba… anzi!”

A leggere i nomi a disposizione del coach abruzzese Lanci, infatti, viene da chiedersi come un eptetto del genere possa occupare l’ultima piazza disponibile. Il centrale Patriarca, la banda Bertoli, l’opposto Cantagalli (che proprio ad Ortona nel 2020 si rese protagonista del record personale di 46 punti in un solo match, tuttora al secondo posto assoluto tra i cannonieri dall’introduzione del rally point system) sono infatti nomi abituati a lottare per le posizioni nobili della A2, piuttosto che a vivacchiarvi. Per non parlare del campionissimo cubano Leonel Marshall, 44 anni e non sentirli, il cui palmares ospita qualcosa come uno scudetto, una coppa CEV, una Supercoppa italiana e due turche, tre scudetti nel campionato turco ed una Challenge Cup. Chiuso da qualche settimana il rapporto lavorativo con Ferrato, palleggiatore patavino trasferitosi a Belluno in A3 dopo aver garantito alla Sieco Service la promozione nella scorsa stagione, gli abruzzesi hanno pescato dal mercato il regista bulgaro Dimitrov, anche lui già visto in Italia a Taviano (in A2 nel 2018) e Perugia (vice De Cecco nel 2015). Una formazione, insomma, i cui valori assoluti mal si conciliano con l’ultima piazza di un campionato davvero imprevedibile.

Servirà dunque massima attenzione da parte di Vecchi e compagni, per evitare passi falsi e continuare ad alimentare un sogno e l’entusiasmo dei tantissimi tifosi che in ogni occasione popolano il palaGrotta.

Nessun ex di turno da segnalare da ambo le parti, mentre sono cinque i precedenti tra le due formazioni in Serie A, tre dei quali a favore grottese sinora.

La gara è affidata al duo arbitrale tutto al femminile composto dall’avvocato calabrese (bolognese di adozione) Marta Mesiano, coadiuvata dalla dottoressa Claudia Angelucci, pediatra neonatologa in servizio nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’Ospedale di Rimini. Per entrambe sarà il primo incontro con la Yuasa Battery per la stagione in corso.