SERIE A3/M: LA SMARTSYSTEM PRIMA ILLUDE E POI CROLLA A CASARANO

Posted by

Leo Shoes Casarano 3

Smartsystem Fano 2

(23-25, 21-25, 27-25, 25-19, 28-26)

Leo Shoes Casarano: Martinelli, Peluso 4, Miraglia 8, Ciardo 4, Lugli 37, Quarta 2, Carta (L), Licitra 1, Pepe, Tommasi, Baldari 15, De Micheli, Coppola, Giuliani 21. All. Licchelli

Smartsystem Fano: Dimitrov 18, Roberti 37, Galdenzi, Merlo 1, Partenio 5, Raffa (L), Margutti 13, Focosi 7, Mazzon, Gori, Maletto 5, Uguccioni. All. Mastrangelo

arbitri: Vecchione Rosario e Colucci Marco

Casarano: bv 11, bs 19, muri 9; Fano: bv 4, bs 16, muri 14

Casarano – Incredibile sconfitta della Smartsystem Fano che non sfrutta le numerose occasioni avute e cade sul campo di Cutrofiano contro Leo Shoes Casarano.

Inizio match che vede Fano allungare fino al 9-5, Casarano decide di spingere al servizio e questa mossa premia i padroni di casa che punto dopo punto recuperano e addirittura passano in vantaggio. Le squadre vanno avanti a braccetto ma nel finale rovente è Fano, con Margutti in campo per un Merlo che in settimana ha avuto qualche problema fisico, ad avere la meglio sul filo del rasoio.

Nella seconda frazione la situazione si sblocca verso la metà del set quando le battute dei fanesi (bene Margutti) e i muri (Maletto e Focosi) creano il break decisivo con i virtussini bravi a non mollare il discreto vantaggio acquisito nel corso del parziale.

Terzo set con Fano che parte forte (6-2, 18-15) ma Leo Shoes non intende abdicare facilmente e piano piano risale la china (18-18), Dimitrov spinge al servizio portando i suoi sul 21-19. I padroni di casa agguantano ancora la parità a quota 22 con Giuliani al servizio. Finale rocambolesco: Smartsystem spreca un match point sul 24-23 (bravo Lugli) e poi in battuta Quarta conquista il punto che permette ai locali di accorciare le distanze.

Sulle ali dell’entusiasmo Leo Shoes inizia bene la frazione successiva (5-3), Fano si ricompatta a muro con Focosi e Margutti (12-12) ma ci pensa Giuliani a spingere i suoi verso la rimonta con una serie di battute ficcanti (18-13). Con un po’ di patema Casarano tiene il vantaggio e si va al tie break.

Quinto set al cardiopalma con Fano che non sfrutta undici match ball e uno scatenato Roberti (10 punti solo nel quinto set). Un muro di Lugli e un ace di Giuliani regalano il successo ai pugliesi.