M&G Scuola Pallavolo: il punto sui campionati di serie, settimana nera, ko in tutte e quattro le sfide in programma

Posted by

Settimana nerissima per le formazioni M&G che perdono tutte e quattro le sfide in programma: si è iniziato con la Coppa Marche dove la Vastes Grotta 50 non è riuscita a ribaltare lo 0-3 dell’andata contro Monte San Giusto; si è andato avanti con la doppia sconfitta della Seconda Divisione femminile contro la prima e la terza della graduatoria ma neanche i maschi della Serie D possono sorridere dato che non hanno raccolto punti contro una squadra decisamente alla loro portata. 
Ma andiamo a rivivere insieme le partite dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze.

La Vastes Grotta 50 esce a testa alta dalla Coppa Marche per mano della Fea Telusiano Volley di Monte San Giusto; si è fatta sentire, purtroppo, la differenza di categoria soprattutto nei primi due parziali, quelli validi per la qualificazione alla Final Four, dove ogni piccolo errore commesso dalle portacolori M&G è stato pagato a caro prezzo: le grottesi, infatti, non hanno demeritato ma hanno tenuto testa alle avversarie per gran parte dei due set ma qualche errore di troppo ha inevitabilmente spostato l’ago della bilancia in favore delle padrone di casa che hanno così staccato il pass per le finali di coppa.
Alessandro Lorenzoni e Gianluca Valeri ripropongono il miglior 6+1 possibile con Eugenia Diomedi in cabina di regia, Serena Moscati opposta, Gioia Aliberti e Valeria Di Carloschiacciatrici, Angelica Perini e Giulia Ricci centrali, Anita Garagliano nel ruolo di libero.


Apre il match Beatrice Spitoni che porta avanti la Fea Telusiano 1-0; l’ace di Angelica Perinipareggia subito i conti (3-3) mentre la diagonale stretta di Gioia Aliberti consente alla Vastes di mettere la freccia (3-4) e di allungare sul +2 dopo un bell’attacco di Giulia Ricci (4-6). Due muri permettono alle padrone di casa di capovolgere immediatamente la situazione (10-7) ma Valeria Di Carlo si porta sulla linea dei nove metri dove tira fuori dal cilindro due ace che conducono le sue compagne avanti 11-12; è ancora Monte San Giusto a dettare il ritmo grazie alla battuta vincente di Noemi Colaianni (14-12) mentre è l’attacco di Alessia Salvatori a far chiedere il primo timeout a coach Alessandro Lorenzoni (16-13). Al rientro in campo delle due formazioni Giulia Ricci accorcia le distanze (17-15) e la stessa centrale è brava ad alzare il muro agguantando le avversarie a quota 18. Un tocco di seconda intenzione di Noemi Colaianni riporta avanti la Fea Telusiano 20-18, un errore in fase offensiva della Vastes dà il +3 alle padrone di casa (21-18) che poi in un attimo si ritrovano già al set point (24-18); Giulia Ricci e Serena Moscati annullano le prime due possibilità alle avversarie di chiudere ma un fallo a rete fischiato alle ospiti fa terminare il parziale 25-20 in favore delle padrone di casa.
Al cambio di campo la Vastes dimostra sempre di essere sul pezzo e lo fa grazie alla schiacciata di Valeria Di Carlo ed all’ace di Serena Moscati che permettono a Grotta di firmare il +3 (4-7); due ace di Milena Mercanti consentono alla Fea Telusiano di pareggiare i conti a quota 8 mentre la diagonale stretta di Beatrice Spitoni vale l’11-9 in favore delle padrone di casa. Le ospiti subiscono la buona battuta delle avversarie, coach Alessandro Lorenzonigetta allora nella mischia Giorgia Mercuri ma Grottazzolina esce mentalmente dal match e, dopo qualche scambio, il punteggio recita 19-13; l’attacco di Serena Moscati ed il muro di Angelica Perini tengono ancora vive le speranze (23-19) ma alla fine l’attacco grottese si infrange sul muro di Milena Mercanti e così la Fea Telusiano chiude la frazione 25-19conquistando già al secondo set il pass per la Final Four.
A qualificazione decisa, girandola di sostituzioni da entrambe le parti con Elisa Pieroni, Annaed Alina Kovalyshyn ad entrare per la formazione grottese che non riesce a staccare la testa dal set precedente tanto da permettere alle sangiustesi di volare immediatamente sul 5-1; l’ace di Emi Vita fa scappare letteralmente via le padrone di casa sul 13-5 ed a questo punto l’unica cosa da aspettare è purtroppo il fischio finale degli arbitri il quale arriva dopo un altro attacco di Beatrice Spitoni la quale chiude il set 25-14 e la sfida sul risultato di 3-0.
Nonostante la differenza di categoria son state brave le grottesi a tenere testa, nella prima parte di match, alle più forti avversarie; terminata l’avventura in Coppa Marche, ora la testa va al campionato quando Sabato 10 Febbraio le ragazze guidate da Alessandro Lorenzoni e Gianluca Valeri inaugureranno la seconda fase di Serie D femminile da leader della classifica.

Coppa Marche Femminile – Ritorno Quarti di Finale
Fea Telusiano Volley – Vastes Grotta 50 3-0 (andata 3-0)

Fea Telusiano Volley:
 Salvatori 8, Tiburzi 4, Canullo (L2) ne, Campetella 1, Colaianni 2, Cartuccia (L1), Mercanti 11, Beruschi 3, Spitoni 12, Mancinelli 3, Vita 7, Salvatelli 1. All. Carlacchiani

Vastes Grotta 50: Garagliano (L1), Cameli ne, Kovalyshyn Al., Pieroni 3, Moscati 7, Aliberti 4, Di Carlo 4, Diomedi 2, Mercuri (L2), Perini 7, Ricci 7, Kovalyshyn An. All. Lorenzoni All2. Valeri

Arbitri: Foresi Arianna – Petterini Giulia

Parziali: 25-20 25-19 25-14

Il primo dei due impegni ravvicinati per la Vastes Grotta 50 in Seconda Divisione femminilefinisce con una sconfitta sul campo della Isosoles Azzurra Volley; guardando la classifica prima della partita, la stessa sembrava da pronostico chiuso a favore delle padrone di casa ed invece le grottesi son state bravissime a battagliare contro le più forti avversarie ma anche contro la sfiga che ha visto l’opposta M&G Agnese Righetti, a cui vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione, uscire dal campo proprio ad inizio gara dopo un importante infortunio alla caviglia destra.
Torniamo all’inizio con coach Serena Moscati che deve fare i conti anche con le assenze e pertanto schiera in avvio Sara Marinangeli in cabina di regia, Agnese Righetti opposta, Aurora Ilari e Laura Botticelli in banda, Letizia Tamanti e Valeria Cesaroni al centro, Matilda Quintili nel ruolo di libero.
La Isosoles parte bene e guadagna il 4-2 subito raggiunta però dalla Vastes a quota 4; le padrone di casa tentano una nuova fuga raggiungendo l’8-4 ma è proprio qui che purtroppo si infortuna Agnese Righetti che è costretta a lasciare in campo sostituita da Lidia De Paolis. Quando si perde l’attaccante di riferimento ogni squadra potrebbe facilmente accusare il colpo ma non questa Vastes che in un attimo impatta le avversarie sull’8-8 e poi passa a condurre il gioco addirittura 9-12; non contente le grottesi volano sul +5 (10-15) ma, purtroppo, le padrone di casa trovano la reazione sul 13-17 e così in un attimo capovolgono la situazione mettendo il muso avanti (18-17). L’Azzurra Volley guadagna il +2 sul finale (23-21) ma Grottazzolina tira fuori gli artigli, sfrutta il turno al servizio di Valeria Cesaroni e va a vincere la frazione di apertura con il punteggio di 23-25.
Al cambio di campo tiene benissimo la Vastes che continua a comandare il gioco ed allunga sul 6-9 arrivando a firmare nuovamente il +5 sull’8-13; quando ormai il match sembra indirizzato in un’unica direzione ecco il colpo di scena con Grotta che rimane imbambolata e le padrone di casa son leste ad approfittarne per infilare otto punti consecutivi che valgono il 16-13. La Vastes non molla, si rimbocca le maniche, agguanta la parità a quota 19 prima di mettere la freccia e sorpassare le avversarie (19-20) ma sul 21-22 le padrone di casa trovano il break vincente (24-22) che consente loro di aggiudicarsi il set 25-23 riportando il match in perfetta parità.
La Isosoles, sulle ali dell’entusiasmo, nel terzo periodo parte subito forte trovando il 5-1 allungando poi ulteriormente sul 9-2 ma questa Vastes non molla e sfrutta il turno al servizio di Aurora Ilari per andare in serie e recuperare fino al 9-8; sul 10-9 arriva un altro break che dà all’Azzurra Volley il 16-9 ma Grotta è sul pezzo, ricuce ancora il gap (16-15) prima di agguantare la parità a quota 17. Le ragazze di Serena Moscati tirano fuori tutto il coraggio che hanno dentro e trovano il +2 (19-21) ma la Isosoles fa valere la propria classifica, infila cinque punti consecutivi che la conducono verso il 24-21 acquisendo un vantaggio utile per aggiudicarsi la frazione con il punteggio di 25-22.
Sotto nel computo dei set, le grottesi non cadono nella disperazione e si rimettono a lavoro cercando di dettare il ritmo ma sul 6-8 finisce la benzina in casa Grottazzolina, la Isosoles allora scappa via e se ne va prima verso il 15-9 e poi verso il 20-10; coach Serena Moscatiprova a cambiare le carte in tavola inserendo Sara Pistagnesi e Kesli Laho ma l’Azzurra non intende più fermarsi ed allora va a vincere il set 25-16 e la gara che si chiude con il risultato di 3-1.

Seconda Divisione Femminile – Girone C – 11° Giornata
Isosoles Azzurra Volley – Vastes Grotta 50 3-1

Isosoles Azzurra Volley:
 Fortuna V., Cuccioletta, Zaccagnetti, Biondi, Mandozzi, Romanelli (L1), Mattiozzi, Belleggia, Rossi, Gaudenzi M., Fortuna G. (L2), Bellanova, Santini, Zazzini. All. Narcisi

Vastes Grotta 50: Ilari, Marinangeli, Laho, Tamanti, Botticelli, Pistagnesi, Concettoni (L2), Righetti, Cesaroni, Quintili (L1), De Paolis. All. Moscati

Arbitro: Sorrentino Aniello

Parziali: 23-25 25-23 25-22 25-16

Dopo nemmno 48 ore arriva un’altra sconfitta per la Vastes Grotta 50 in Seconda Divisione femminile con le grottesi che non riescono a superare la capolista ed imbattuta Marinozzi Montegranaro; Grottazzolina ridotta ai minini termini con sole 8 atlete a referto, ed i due liberi di ruolo ad indossare la maglia da schiacciatrici, e così non può che risentirne il gioco delle padrone di casa che alla fine dei giochi son costrette ad alzare bandiera bianca e lasciare intera posta in palio alla formazione ospite.
Coach Serena Moscati schiera in avvio Sara Marinangeli in cabina di regia, Letizia Tamantidirottata opposta vista l’assenza di Agnese RighettiMatilda Quintili ad indossare la maglia di schiacciatrice insieme ad Aurora IlariSara Pistagnesi e Valeria Cesaroni, invece, formano la coppia di centrali.
La Vastes prova subito a mettere la testa avanti (3-2) ma le due squadre son lì e lottano palla su palla fino al 7-7 quando Grotta prova a rompere gli indugi allungando sul 10-7; lesta la reazione di Montegranaro che impatta a quota 11 e poi forza il ritmo raggiungendo presto il 13-17. Le padrone di casa accorciano le distanze (16-17) ma nulla possono contro la sterzata decisiva delle ospiti che scappano via sul 16-21 prima di aggiudicarsi la frazione di apertura con il punteggio di 17-25.
Al cambio di campo si lotta nuovamente punto a punto fino al 9-8 quando un break infinito dà alla Marinozzi il 9-14. Il timeout chiesto da Grottazzolina non dà gli effetti sperati dato che Montegranaro allunga ulteriormente sull’11-18; coach Serena Moscati prova ad inserire Lidia De Paolis ma le padrone di casa riescono sì a recuperare solo qualche punticino (18-22) ma non ad arginare lo strapotere delle ospiti che conquistano anche il secondo parziale con il punteggio di 18-25.
Il terzo periodo vede la Marinozzi partire con il turbo e raggiungere presto lo 0-4; il 7-12 sembra condannare la Vastes la quale però trova una reazione d’orgoglio che le permette di accorciare sul -1 (11-12), la Marinozzi tenta la fuga (14-18) ma il turno al servizio di Valeria Cesaronispinge Grottazzolina a sorpassare le avversarie con le ragazze guidate da Serena Moscatibrave a firmare il 19-18. Si gioca ora punto a punto e le due formazioni arrivano così sul 22-23 ma proprio sul più bello Montegranaro trova l’uno-due vincente che chiude il set 22-25 e la sfida con il risultato di 0-3.
La Vastes Grotta 50 conclude le due sfide ravvicinate contro la prima e la terza della graduatoria senza purtroppo raccogliere punti utili per la propria causa; ora non resta che pensare alla prossima sfida quando Sabato 10 Febbraio, con fischio fissato per le ore 16:30, le grottesi si recheranno a Fermo per sfidare la Cantine Di Ruscio Fermana. 

Seconda Divisione Femminile – Girone C – 12° Giornata
Vastes Grotta 50 – Marinozzi Montegranaro 0-3

Vastes Grotta 50:
 Ilari, Quintili, Marinangeli, Tamanti, Pistagnesi, Concettoni, Cesaroni, De Paolis. All. Moscati

Marinozzi Montegranaro: Bella, Ait Mouloud (L1), Palmieri Lu., Troiani (L2), Di Chiara, Scheggia, Foresi, Fiorentini, Palmieri La., Gentili, Moretti, Marconetti, Totò, Rossi. All. Ripani

Arbitro: Buccolini Federica

Parziali: 17-25 18-25 22-25

Arriva a cinque la Yuasa Santoni in Serie D Maschile; è arrivata infatti la quinta sconfitta consecutiva per i portacolori M&G che falliscono la sfida del riscatto contro la Di Pietrantonio Futura Tolentino; prima parte di gara con i grottesi che non sono mai riusciti ad esprimere il loro gioco avendo un atteggiamento molto remissivo sul  campo mentre nel terzo set, vinto 25-22, i portacolori M&G sono stati bravi ad invertire il trend proprio sul filo di lana ma la brutta partenza nel quarto parziale ha condizionato il morale della squadra di Grottazzolina che ha quindi lasciato l’intera posta in palio ai ragazzi di Alessandro Trucchia.
Alessandro Lorenzoni e Leo Di Bonaventura schierano in avvio Diego Tegazi al palleggio in diagonale a Francesco Bonifazi, Tommaso Moretti e Diego Panicciari schiacciatori ricevitori, Matteo Catalini e Yassine Aitbouno centrali, Ludovico Cacchiarelli a dirigere la seconda linea M&G. 
Approccia male la partita la Yuasa Santoni con poco spirito combattivo: dopo l’iniziale ace di Tommaso Moretti (2-1) è infatti la Di Pietrantonio a fare l’andatura e a capovolgere subito il risultato con la battuta vincente di Enrico Cestola e due attacchi a terra da parte di Mattia Ramadori (2-6); il primo tempo di Yassine Aitbouno accorcia le distanze (4-6) ma Grottacontinua a soffrire in ricezione ed un ace di Michele Giacomini costringe la panchina grottese a chiamare timeout (5-10). Al rientro in campo la Yuasa Santoni sembra ritrovare un po’ di entusiasmo con Tommaso Moretti che firma il -3 (7-10) ma sono ancora le schiacciate millimetriche di Mattia Ramadori a regalare a Tolentino il nuovo +5 (10-15); Grottazzolinaprende coraggio e sfrutta il punto dai nove metri di Matteo Catalini per riavvicinarsi agli avversari (13-15), un festival degli errori da entrambe le parti però dà il 16-19 agli ospiti ma i padroni di casa non mollano e trovano il -1 dopo un bel mani-out di Tommaso Moretti (18-19). Un paio di errori danno linfa vitale agli ospiti (18-21) che ne approfittano con Diego Ortenzi per allungare sul 18-24 prima che un muro di Enrico Cestola ponga fine al parziale di apertura col punteggio di 18-25.
Al cambio di campo si varia assetto con Tommaso Moretti che torna nel suo ruolo naturale di opposto mentre Francesco Bonifazi va a fare coppia con Diego Panicciari in posto quattro: tre errori della Yuasa Santoni regalano l’1-4 alla Di Pietrantonio che poi allunga sull’1-6 dopo un bell’attacco di Enrico Cestola; sul 3-9 suona la sveglia in casa Grotta e due attacchi di Francesco Bonifazi, sommato all’ace di Yassine Aitbouno riavvicinano i padroni di casa che agguantano il 6-9 ma, purtroppo per loro, il block di Michele Giacomini rimette le cose come stavano (6-12). I portacolori M&G non smettono di lottare con Diego Panicciari e Tommaso Moretti che riavvicinano la propria squadra (10-13) ma altri due errori dei padroni di casa spediscono Tolentino dritta verso il 10-16; gli ospiti non si fermano più e così possono dilagare tranquillamente sul 13-21 prima di chiudere in proprio favore anche questa frazione col punteggio di 15-25.
Nel terzo periodo due errori degli ospiti danno coraggio ai padroni di casa (3-1) che si portano sul 4-1 con un gran bell’attacco di Tommaso Moretti; la palla di seconda giocata da Diego Tegazi lancia Grotta sul +4 (7-3), l’ace di Kevin Vita riavvicina però la Di Pietrantonio (9-8) che poi trova la parità a quota 10 grazie all’ace di Diego Ortenzi. Sono ancora troppi errori a condizionare la Yuasa Santoni che regala l’11-13 ai tolentinati ma il block di Yassine Aitbounodà grinta ai propri compagni (15-16) ed è proprio Francesco Bonifazi a tirare a tutto braccio per il 16-17; Tommaso Moretti alza il muro e porta avanti i suoi 18-17, Diego Panicciari gioca invece sulle mani avversarie per il 21-18 ed allora Grottazzolina prende letteralmente il volo e così l’ace di Francesco Bonifazi vale il +4 (22-18) prima che l’attacco di Diego Panicciaricada a terra per il 25-22 il quale riapre il match.
Al nuovo cambio di campo lotta punto a punto fino al 5-5 quando Tolentino tenta la fuga ed allunga sul 5-8; la Yuasa Santoni prova a forzare i colpi ma due errori spingono gli ospiti ancora più in là (6-10), Michele Giacomini passa dal centro per il 10-15 ma il turno al servizio di Leonardo Colletta dà speranze ai grottesi che si riavvicinano sul -3 (18-21). E’ ancora Michele Giacomini a trovare il cambio palla che consente agli ospiti di allungare sul 18-22, un block dello stesso centrale vale il match point (18-24) mentre l’errore in fase offensiva di Grottazzolina (18-25) cala il sipario sulla partita che termina così con il risultato di 1-3.
Un’altra brutta sconfitta per la Yuasa Santoni che rimane al penultimo posto della classifica ed ora i ragazzi dovranno fare necessariamente quadrato se vorranno uscire da questa buca ed andarsi a guadagnare una preziosa salvezza nella seconda fase. Sabato 10 Febbraio ultimo turno della Regular Season con  i grottesi che si recheranno ad Appignano per affrontare la Paoloni a partire dalle ore 17:00.

Serie D Maschile – Girone B – 17° Giornata
Yuasa Santoni – Di Pietrantonio Futura Tolentino Asd 1-3

Yuasa Santoni:
 Colletta, Bonifazi 12, Moretti 20, Tegazi 2, Cacchiarelli (L), Aitbouno 9, Catalini 2, Sabini ne, Belleggia ne, Panicciari 8. All. Lorenzoni All2. Di Bonaventura

Di Pietrantonio Futura Tolentino Asd: Giacomini 12, Cestola 15, Cirilli ne, Ramadori 14, Petetta (L), Ciccarelli ne, Ortenzi 16, Parrucci ne, Falconi ne, Vita 2, Boldrini 4. All. Trucchia

Arbitro: D’Ercoli Giulia

Parziali: 18-25 15-25 25-22 18-25